23 Aprile 2021 - 5:42 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

TelequattroTv Exxx…Polzive!!! Dati Auditel 2020. Sprint stellare della Tv triestina nel mese di dicembre, sale di 8mila contatti-giorno. Telefriuli rincorre. Incubo riordino dei canali per le piccole emittenti. Esclusivo

Giorno del Ricordo. Nel giugno del 1978 un deputato italiano e neo eletto consigliere comunale a Trieste 〈Marco Pannella〉 si recò pubblicamente alla foiba di Basovizza per commemorare gli infoibati. Allora era pericoloso recarvisi, tuttavia ci andarono solo i Radicali e Telequattro di Chino Alessi, unico organo di stampa.

In calce i dati di ascolto Auditel delle televisioni del Friuli Venezia Giulia nel dicembre 2020. La palma d’oro spetta alla Tv triestina, che, pur con un bacino d’utenza molto specifico e ristretto, riesce a guadagnare, nel solo mese di dicembre, oltre 8mila contatti giorno medio portandosi a 68 mila e 199 punti appena dietro a Telefriuli che ne totalizza 73.079 rispetto ai 74.788 del mese di novembre. Un divario di appena 5.000 contatti-giorno medio che rappresenta, rispetto alla vastità dell’utenza, un gap impressionante. Telefriuli perde ascolti, Telequattro ne guadagna. Più staccata 7Gold Telepadova a 31.800 e Antenna tre veneto a 22.592. Le altre Televisioni locali non rientrano nel panel o si limitano all’autocelebrazione dei sondaggi fatti in casa. Ed è in arrivo la nuova realtà pordenonese, PN Nordest sul canale 113. Tuttavia il 2021 sarà un anno ricco di novità tecniche e decisivo per le televisioni private…

…si tratta della pubblicazione, da parte della Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica del Ministero dello Sviluppo Economico, dei primi bandi di gara relativi all’assegnazione agli operatori di rete dei diritti d’uso di frequenze per il servizio televisivo digitale terrestre in ambito locale. La parola misteriosa è il MUX abbreviazione di “Multiplex“, la tecnica usata per trasmettere i segnali (sia radio che televisivi) del digitale terrestre. Questa tecnica permette di “impacchettare” le trasmissioni di diverse emittenti e farle viaggiare fino a casa nostra sulla stessa banda di frequenza elettromagnetica. Ogni operatore può anche concedere ad altre emittenti dello spazio sui suoi MUX, quindi può capitare che un canale di un editore sia trasmesso sul MUX di un altro. Il riordino dei canali diventa strategico per capire quali saranno le televisioni private che, dopo il bando, potranno “alloggiare” nella frequenza assegnata. In quanto alle novità del panorama televisivo friulano, viene segnalata l’intensa attività del gruppo che fa capo a Beppino Nosella rispetto alla nascita della nuova televisione pordenonese con aspirazioni interregionali. I soci si cono riuniti a Pordenone proprio ieri sera. Sul tavolo, la scelta dei palinsesti, la sede 〈che dovrebbe essere a Pordenone centro〉 e la questione del famigerato MUX. 

Related posts