16 Aprile 2024 - 3:32 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

TapiroBordin Exxx…Polzive!!! Il presidente del consiglio Fvg sulla professione di giornalista fa il profeta: “Precarietà e insicurezza”. Mai definizione fu più azzeccata. L’agenzia di stampa del CR non rinnova la collaborazione con Idelfonso, Terasso e Benvenuti. In arrivo 3 sostituti assunti via agenzia interinale. Il caso Antonini.

 

Oltre alla sua pacatezza e prudenza, il presidente del consiglio è anche un pò profeta. Mauro Bordin lo ha dimostrato l’11 gennaio scorso nella sala municipale di Ronchi dei Legionari (Gorizia), ospite della presentazione del 3° Premio giornalistico Leali Young. Riferendosi al ruolo del giornalista aveva dichiarato: «E’ un mestiere che richiede tantissime virtù, grandi fatiche e un equilibrio che va ricercato nell’impegno quotidiano, benché spesso esposto a precarietà e insicurezze. Dentro, perciò, bisogna avere la forza della passione e una grande volontà». Fate attenzione alle due parole: Precarietà e insicurezze.

Bordin, pur consapevole dei profili citati, ha voluto sperimentare il fenomeno della precarietà sulla pelle di 3 giornalisti, in forza fino al 31 gennaio, all’Agenzia di Stampa del suo Consiglio Regionale (Acon) diretta da Fabio Carini. Dopo alcuni anni di collaborazione, Margherita Terasso, Luciana Idelfonso e Daniele Benvenuti hanno ricevuto il benservito. Dal 1° febbraio non sono più alle dipendenze del direttore responsabile. I dipendenti somministrati, Benvenuti e Terasso, hanno cessato il rapporto di lavoro in data 31 gennaio, Luciana Idelfonso è stata trasferita presso la struttura al servizio di comunicazione istituzionale. Dal 5 febbraio dovrebbero entrare in servizio le nuove risorse, i sostituti. E’ bene che Profeta-Bordin sia al corrente che, per rimanere in tema di precarietà e insicurezze, i tre neo assunti (2 a Trieste e 1 a Ud) non sono frutto di una selezione, ma di un’assunzione perfezionata attraverso “Umana” l’agenzia interinale convenzionata con la regione. Pare non sia richiesta nemmeno l’iscrizione all’albo dei giornalisti. La questione è da tapiro Mediaset visto che il presidente Bordin non ha mai negato la sua passione per il giornalismo, Resta il fatto che tre collaboratori sono stati cacciati. Tuttavia, per tre che se ne vanno, uno resta ed è Francesco Antonini, anche lui somministrato, che farà coppia con la Candusso dipendente della Regione. Una curiosità: Francesco-che-resta, è il padre di Pietro, sistemato nell’ufficio stampa del comune di Udine.  

Related posts