27 Maggio 2022 - 6:06 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

SqualiFriulani Exxx…Polzive!!! Tremano i vertici del partito di Bruno Malattia: Sparkasse apre i cassetti della Civibank di Michela Del Piero. Salta il concordato DM Elektron di Buja. I retroscena.

Michela Del Piero è vice presidente del partito fondato dall’avvocato Bruno Malattia di Pordenone: “Cittadini per il Presidente”. E’ la protagonista di una vicenda con molti lati oscuri su cui pende il timore che gli altoatesini della Sparkasse possano aprire i cassetti della Civibank governata dalla Del Piero, ex amministratrice della DM Elektron di Buja il cui titolare è il marito Dario Melchior. Il Tribunale di Udine ha respinto le istanze di concordato delle due società, Dm Elektron di Buja e di Brazov (Ro), che erano state presentate nel gennaio scorso con l’obiettivo di sventare il pericolo del fallimento dell’azienda capofila, quella di Buja, che avrebbe trascinato nell’abisso anche quella romena. Non è la prima volta che l’istanza viene respinta. Il 19 febbraio del 2021 la DM Elektron di Buja era stata ammessa al concordato e, alcuni mesi dopo, la stessa società aveva chiesto di rinunciarvi. L’8 luglio 2021 il Tribunale di Udine, riunito in camera di consiglio dopo che Dm Elektron dichiarava di voler rinunciare alla domanda di concordato preventivo, aveva pronunciato l’inammissibilità del ricorso della stessa società. A quel punto doveva aprirsi la procedura fallimentare e l’apertura delle indagini da parte dei magistrati sulle responsabilità degli amministratori che hanno portato al dissesto l’azienda. In genere gli illeciti sono sempre di natura penale. L’amministratore delegato della Spa di Buja fino al 2019 era Michela Del Piero, allora presidente della Banca Popolare di Cividale e oggi in piena crisi per la vicenda Sparkasse e perché non potrà più tenere le redini della banca. Il Presidente della DM di Buja, subentrato come amministratore a Michela Del Piero è il marito Dario Melchior. Un intreccio che fa impazzire gli altoatesini: lei presidente di una banca e allo stesso tempo amministratore delegato di un’azienda sanguisuga che delocalizza nella patria di Ceausescu.

Proprio sulla questione DM trema il Friuli e la Civibank del feudo Del Piero. Due anni fa, il 4 giugno 2020, periodo in cui la DM Elektron, causa delocalizzazioni ingiustificate era considerata un’azienda decotta, la Civibank presieduta da Michela Del Piero, aveva concesso alla Spa del marito Dario, un finanziamento di euro 2.500.000,00 per 4/5 garantiti da Mediocredito Centrale di Roma. Com’è stato possibile – rilevava una dipendente – ottenere quel finanziamento? Alcuni mesi dopo la Spa di Buja veniva ammessa al concordato. Secondo alcuni azionisti della Banca di Cividale, il finanziamento, viste le precarie condizioni della ditta, era inopportuno, giacchè pendevano indagini penali e si sentiva odor di bruciato. In ogni caso, un anno fa il Tribunale di Udine rigettava la proposta di Concordato come avvenuto oggi. Malgrado la copertura del garante Holdex e del gruppo Exor che era intervenuto nei mesi scorsi. 

Related posts