19 Giugno 2024 - 6:22 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

SfracelliD’Italia Exxx…Polzive!!! Burrasca tra i Benito Remix: Inaccettabile appaltare a SaroTreccartaro la compilazione delle liste. Nel mirino i “saltafossi”. Il clamoroso caso Martignacco.

 

In una recente competizione elettorale per le amministrative, il candidato del centrodestra si distingueva per 3 fondamentali principi: Valori, Lavoro, Famiglia. Oggi in casa Fratelli d’Italia è smarrito anche l’aroma del ricino. E’ rimasto solo l’odore del circo, quello dei trapezisti.

Più ci si avvicina alla data delle elezioni e più la temperatura sale. L’area in cui si registrano le maggiori tensioni è quella degli ex BenitoRemix il cui partito, Fratelli d’Italia, è diventato come il Tpl Fvg, autobus urbano ed extra urbano al servizio dei saltafossi. Avere appaltato a SaroTreccartaro (via Cerno-Ciani) la compilazione delle liste ha dilaniato tutto il compendio friulano. Da Cividale a Tolmezzo, da Udine a Palmanova i patrioti sono fulminati. I messaggi in rete sono inequivocabili. Come esempio quello del consigliere comunale di Udine Antonello Pittioni, detto Nello, che è la sintesi del malcontento che si respira tra i meloniani. Scrive il consigliere comunale: «Nelle imminenti elezioni regionali del 2 e 3 aprile 2023, voterò per Leonardo Barberio, un uomo del territorio Friulano disponibile e capace. È un membro di Fratelli d’Italia dal 2019 per ideali e non per opportunismo o interesse personale». E poiché “in cauda venenum”, Pittioni mette il veleno proprio lì: “non per opportunismo”. Quello che sta ormai dilagando su tutto il Friuli e in città per le comunali. Chi è il regista che ha aperto le porte ai saltafossi? Nessun dubbio sulla cricca dei Saro-Cerno-DanieleFranz e Ciani che si sono letteralmente impadroniti del partito al punto da coglionare in diretta elettorale l’impacciata dirigenza in alcuni comuni al voto. Vedi alla voce Martignacco, dove gli stessi compilatori delle liste per le regionali di Fratelli d’Italia, si trovano dall’altra parte della sponda giacché la cupola sahariana si è messa in testa di far perdere il comune al candidato sindaco Daniele Tonino sostenuto dalla responsabile di Fratelli d’Italia Catia Pagnutti. Tonino dovrà vedersela con Mauro Delendi (quota Saro). Il paradosso è clamoroso, ed è quello che stritola gli ex Benito Remix tra le operazione da circo compiute sotto il loro naso. Chi festeggerà chi il 3 aprile?

Related posts