27 Settembre 2022 - 3:35 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PoceniaTossica Exxx…Polzive!!! Il Servizio valutazioni Ambiente della Regione dà parere negativo al progetto di deposito rifiuti pericolosi della Execo. Sergo (5Stelle): Evidentemente non era un progetto così semplice come volevano far intendere.

 

Gli uffici regionali difesa dell’ambiente hanno dato ragione alle preoccupazioni di Arpa, Azienda Sanitaria FC, accolto gli ordini del giorno dei comuni di Pocenia e di Muzzana del Turgnano, valutato le osservazioni di consiglieri regionali (Cristian Sergo) e semplici cittadini sostenuti da Leopost, unica testata che ha condiviso, fin da subito, le perplessità emerse rispetto al progetto di realizzare uno stabilimento di stoccaggio rifiuti pericolosi (amianto) e non pericolosi nella zona industriale di Pocenia. I padovani pensavano di farla franca e la randellata del decreto della regione firmato ieri è chiarissimo.

Visto che la documentazione presentata è sostanzialmente carente, “la Commissione VIA ha ritenuto che il progetto in argomento sia da assoggettare alla procedura di valutazione di impatto ambientale per l’approfondimento di queste tematiche: potenziali interferenze sulla viabilità interessata dal traffico indotto, discrepanza dei valori della modellistica presentata, impatto odorigeno rispetto ai valori ricavati dall’ARPA, dall’Azienda Sanitaria F.C., da pareri espressi dagli Enti coinvolti nel procedimento, ovvero Comune di Muzzana del Turgnano espressione di parere negativo per carenza documentale elencata in vari punti; Comune di Pocenia carenze documentali. Per le motivazioni sopra esposte – riconosce la Commissione – il progetto riguardante un impianto di recupero e smaltimento rifiuti pericolosi e non pericolosi, sito di Pocenia, via Locatelli n. 26 – presentato dalla Execo S.r.l. – è da assoggettare alla procedura di VIA. Commenta il consigliere regionale dei 5Stelle Cristian Sergo: “E’ una prima vittoria per tutti gli amministratori e i cittadini di Pocenia che hanno potuto partecipare attivamente a questa prima procedura ancche grazie al nostro interessamento che ha reso pubblico quanto stava accadendo a pochi metri dalle loro case. Evidentemente – osserva Sergo – quello che per qualcuno (amministrazione precedente ndr) era un’idea semplice e utile non lo è se ha avuto il parere negativo daa parte della regione. Restiamo in attesa – conclude Sergo – delle decisioni del proponente (Execo) se vorrà o meno insistere con la realizzazione di questo impianto”.    

Related posts