27 Settembre 2022 - 2:34 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

InvasioneAffarone Exxx…Polzive!!! Gli squali hanno già acquistato a Torviscosa i casermoni per ospitare gli operai dell’acciaieria Metinvest. Candidati zitti sul mostro-progetto di San Giorgio.

Perché, oltre al danno ambientale, la realizzazione del mostro-acciaieria della Metinvest-Benedetti di San Giorgio di Nogaro provocherà inevitabili tensioni sociali?

A Torviscosa gli squali si stanno attrezzando. Secondo uno studio elaborato da alcuni consiglieri comunali della zona, l’invasione di stranieri-operai nel territorio comunale richiamati dal progetto della Metinvest (considerando mille famiglie di tre persone), porterà un aumento demografico di 500 persone pari al 17%. Il dato è spalmato sui comuni di San Giorgio, Marano Lagunare, Porpetto e Carlino. Nessun candidato alle prossime elezioni politiche si è fatto vedere a Torviscosa o a Punta Sud di San Giorgio di Nogaro. Destra o sinistra, liste di centro o di periferia, tutti se ne stanno alla larga da quello che, nel progetto embrionale, sarà un mostro industriale che distruggerà una delle zone naturalistiche più interessanti d’Europa: l’incrocio di due fiumi e una combinazione ambientale irripetibile. Per infinocchiare i cittadini i piazzisti per conto di Metinvest promettono posti di lavoro, benessere e felicità come ai tempi di Franco Marinotti, il fondatore di Torviscosa. Solo che nella città ideata da Mussolini le ferite provocate dai veleni sono ancora aperte, il canale Banduzzi ne è la testimonianza più lacerante. In questi giorni di campagna elettorale, di telecamere, interviste e riflettori cui si sottopongono i candidati, nessun si è preoccupato di Torviscosa o di San Giorgio. Perché votarvi? 

Nessuno partito si è interessato al fatto che il mostro-acciaieria provocherà una devastazione sociale drammatica e che le centinaia di operai che verranno utilizzati saranno tutti stranieri e che bisognerà fare i conti con i ricongiungimenti. Si dà il caso che alcuni consiglieri comunali della zona non dormano e non siano tanto allocchi da credere a tutto ciò che gli viene sbandierato. A partire dalla questione dei nuclei familiari e la loro incidenza nel paese. In questo caso, nel comune di Torviscosa, un furbissimo imprenditore ha già acquistato lo storico “ristoro” di epoca fascista, la caserma della ex guardia di finanza e a breve, la caserma dei Carabinieri. A chi interessano questi immobili? Se a Torviscosa non c’è anima viva, che senso ha acquistare palazzi? Il prezzo favorevolissimo è una ragione, ma alla base c’è l’affare. Un affare di livello cui i pescecani della calotta riconducibile a Benedetti-Andretta sta già pregustando il profumo. Gli immobili verranno trasformati in casermoni per ospitare le famiglie dei poveri operai che andranno a lavorare a San Giorgio di Nogaro (Ud). Per questo motivo i residenti di Torviscosa sono preoccupati; una bomba sociale di dimensioni oceaniche e il deprezzamento degli immobili che l’invasione provocherà. Candidati infetti, politica marcia.  

Related posts