16 Aprile 2024 - 3:01 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PasquettaBulletta Exxx…Polzive!!! E’ stata la festa delle teste di cetriolo: I Vigili del Fuoco salvano 11 ragazzi e un neonato dalla piena del Tagliamento. Volevano festeggiare sotto il diluvio e in mezzo al fiume. Un altro citrullo bloccato nel Malina a Premariacco (Ud).

Su tutto il Friuli piove che dio la manda. Le previsioni, anche per il tardo pomeriggio di ieri, non erano rassicuranti. Nonostante il maltempo i fenomeni umani non sono mancati. Grigliate a Pasquetta con qualsiasi tempo. Tanto, per le emergenze, ci sono i Vigili del Fuoco. E le squadre son dovute intervenire. A Premariacco, un’automobilista, nonostante il guado del Malina di Premariacco fosse chiuso ha imboccato la passerella e si è infilato in mezzo all’acqua. Pensava di essere Mosé ma ha dovuto fermarsi a metà strada a causa dell’innalzamento del livello dell’acqua. Son dovuti intervenire i Vigili del fuoco del comando di Udine con una squadra e l’autoscala di 40 metri per soccorrere l’automobilista rimasto bloccato a metà strada. Dopo aver imbragato il guidatore, i pompieri lo hanno issato nel cestello e portato all’asciutto in zona sicura. L’altro episodio è accaduto a Carbona in comune di San Vito al Tagliamento (Pn). Nel tardi pomeriggio di ieri sera, la sala operativa dei Vigili del fuoco del comando di Pordenone ha ricevuto una richiesta per il soccorso ad una decina di persone bloccate su un isolotto in mezzo al fiume Tagliamento. E’ stata inviata sul posto una squadra della SFA (Soccorritori Fluviali Alluvionali) partita dalla sede centrale di Pordenone. Raggiunto il luogo indicato e individuato il gruppo di persone da soccorrere i Vigili del fuoco hanno iniziato le manovre per recuperare le persone. Due operatori vincolati hanno raggiunto a nuoto l’isolotto dove si trovavano le persone da soccorrere, e si sono sincerati che gli 11 giovani con i quali c’era anche un bambino di circa 8 mesi che si erano accampati sull’isolotto ed erano rimasti bloccati dall’innalzamento del livello dell’acqua. Le squadre di soccorso hanno allestito una teleferica, tra l’isolotto e la sponda del fiume, alle funi della teleferica è stato agganciato il gommone da rafting con il quale i giovani e il neonato sono stati trasportati, a gruppi di tre persone alla volta, dalla lingua di terra emersa alla sponda del fiume. Le operazioni di soccorso sono terminate alle ore 19.45 circa.

Related posts