16 Settembre 2021 - 11:50 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PalmanovaElettorale Exxx…Polzive!!! Fedriga incorona Di Piazza: Il miglior candidato per riconquistare la città. L’ospedale sarà un centro di eccellenza.

 

Le speculazioni, in piena pandemia, del sindaco uscente Martines sulla questione del punto nascita trasferito da Palmanova a Latisana, sono subito liquidate dal presidente Fedriga oggi in visita a Palmanova: “Quando abbiamo deciso di trasferire il punto nascita da Palmanova a Latisana, la situazione era critica, se non fossimo intervenuti per tempo, l’ospedale correva il rischio di essere chiuso. Per questo motivo – osserva Fedriga – abbiamo deciso di riaprire il punto di nascita di Latisana e far diventare Palmanova un super ospedale di programmazione, con l’attivazione di nuove e importanti funzioni, quali il ripristino della struttura complessa di nefrologia, le chirurgie ortopedica, mammaria e oculistica, il day surgery e la riabilitazione ortopedica e neurologica. Oggi sono mantenute le strutture di emergenza e urgenza, come il pronto soccorso”. Evidentemente la propaganda di Martines non tiene conto di una visione complessiva della sanità regionale, ripiegata su un palmacentrismo poco razionale e inefficace. Stamattina il presidente Fedriga ha fatto visita a Palmanova per tirare la campagna elettorale al centrodestra e al candidato sindaco Antonio Di Piazza. Accompagnato dal portavoce Petiziol e dal segretario cittadino del Carroccio Danilo Lugano, ha percorso in lungo e in largo il rione stellato del mercato settimanale. Dopo aver visitato il gazebo della Lega e quello di Fratelli d’Italia ha risposto ad alcune domande. Sul Green Pass: “Dobbiamo pensare al bene comune, non esistono due Leghe, quella di Salvini e quella di Giorgetti, oggi il Green Pass è l’unica soluzione per uscire dalla pandemia, lavoriamo per la stessa causa”. Lo spunto del documento è consequenziale per arrivare a Fratelli d’Italia. Patrioti e Lega sono uniti dal caso Lamorges 〈ambedue chiedono le dimissioni del ministro〉 e Fedriga ribadisce: “C’è un problema di numeri, semplice, e con l’attuale ministro degl’interni. Guarda caso, quando Salvini era al governo – commenta il presidente – gli sbarchi erano diminuiti sensibilmente. Non capisco, forse prima avevano paura ad arrivare in Italia perché c’era Salvini?“ Scherza il presidente.

Lega e Fratelli d’Italia sono ormai la guida del centrodestra anche in Friuli. In vista del 2023, quando Fratelli d’Italia potrebbe rivendicare uno spazio maggiore nell’incastro fra le comunali di Udine e le regionali, il presidente afferma: ”Guardiamo alla capacità degli amministratori, non c’è ragione di rivedere gli uscenti”. Tradotto: Fontanini a Udine non si tocca, il mosaico rientra in un ragionamento che è già stato fatto in precedenza.

Dal canto suo, il candidato Di Piazza si è ritenuto molto soddisfatto della visita di Fedriga il quale gli ha assicurato il massimo impegno e attenzione per lo sviluppo della città stellata.

Piccolo siparietto al termine della visita con alcuni candidati smemorati della sinistra capalbiana e terzomondista locale che hanno criticato la presenza di Fedriga al mercato e “la processione che si era formata dietro di lui come fosse la Madonna”. Di Piazza non si é lasciato intimorire dal candidato di Tellini e ha ricordato: “Costoro si sono già scordati dei codazzi che si formavano quando a Palmanova arrivavano Serracchiani, Franceschini, Telesca e altri…” Oggi a Palma tira un’altra aria.Intanto stasera presentazione dei candidati a Sottoselva, luogo simbolo del modello amministrativo applicato dal ticket Martines-Tellini, l’abbandono in via dei Tigli di una decina di stranieri infettati dal Covid. 

Related posts