24 Luglio 2024 - 7:37 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

MovimentoStordimento Exxx…Polzive!!! Capozzella sgancia la bomba sui 5Stelle friulani: “Ho inviato un corposo dossier a Conte per chiedere il commissariamento del direttivo regionale e il commissariamento del partito”. Obiettivo scalzare Danielis. Critiche a Capozzi e Sergo. Che ruolo ha Paolo Menis?

All’interno dei 5Stelle friulani è bufera. La cui intensità aumenta di giorno in giorno. Il pordenonese Mauro Capozzella, ex consigliere regionale e coordinatore per la provincia di Pordenone chiede la testa dei vertici del partito in Friuli e invia un “corposo dossier” a Roma. E’ scontro a viso aperto. E questo suo annuncio lo conferma: «In merito a ciò che è stato diffuso pubblicamente dal coordinatore regionale e per i pessimi risultati ottenuti alle recenti elezioni europee che ci hanno privato di un europarlamentare e altre situazioni a livello regionale anche denunciate dalla stampa nazionale ho provveduto mio malgrado per il buon nome del M5S regionale e mio personale a inviare un corposo dossier al presidente Conte a Roma per il commissariamento del coordinamento regionale che dell’intero direttivo. Non sono più tollerabili – da tempo – inadempienze e attività politiche che penalizzano il M5S in regione che negli ultimi dieci anni ha perso oltre 170 mila voti». Lo afferma Mauro Capozzella M5S FVG. «Si tratta di un corposo dossier – rileva Capozzella – che argomenta la situazione che ha portato al pessimo risultato europeo che addirittura ci priva di un parlamentare da una circoscrizione cuore economico e pulsante del Paese. Ciò e dovuto a una scarsa attenzione al territorio e ai suoi reali problemi oltre che una mancanza di politica regionale che non si confronta con la base e con i coordinatori ma è lasciata totalmente in mano a Capozzi e Sergo. C’è un problema di scelta di classe dirigente e relativa competenza e esperienza professionale a 360 gradi. Ci sono problemi – prosegue l’ex consigliere regionale – come quello evidenziato da La Verità (segreteria e ruolo politico attivo ndr) che crea imbarazzo nel M5S ma di cui nessuno ha parlato o provveduto a correggere. Ci sono stati errori e problemi in campagna elettorale europea evidenziati dalla stessa Danielis in interviste TV e giornali che non hanno comunicare al meglio i nostri candidati e politiche attive». Il coordinatore della provincia di Pordenone parla di «Vertice scollegato con base e società e fra dirigenti stessi, contraddizioni in termini di comunicazione e trattazione argomenti politici, mancanza di confronto anche critico nel M5S. Chiede di commissariare tutti vertici e azzerare cariche e ruoli. Il commissario sia un terzo». Nello specifico: «Problema Trieste con la presenza di un coordinatore provinciale che era uscito dal movimento contestando Conte che aderì al governo Draghi e poi oggi fatto rientrare come se nulla fosse e addirittura promosso a coordinatore provinciale (Paolo Menis). Riguardo alla richiesta di dimissioni avviata da Capozzella «non troverebbe riscontro con motivazioni oggettive e non si capisce su quali basi Danielis e Capozzi intendano procedere: Capozzi parla in TV di possibili documenti preparati contro Capozzella (Tv12 intervista di due giorni reperibile online)».

Related posts