2 Febbraio 2023 - 11:46 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

MeloniRibaltoni Exxx…Polzive!!! La BenitoRemix va in testacoda sulle concessioni alle spiagge italiane. Lega e Forza Italia temono di perdere voti. Tremano i titolari di concessioni ventennali di Lignano.

In Friuli sono 26 i titolari di concessioni balneari finiti da anni nel vortice della sentenza inappellabile del Consiglio di Stato; una della Corte di giustizia europea; una procedura di infrazione aperta sin dal 2009 e, soprattutto, canoni risibili a fronte di profitti spesso enormi. A Lignano i due più importanti della regione sono: Sil Spa e Lignano Pineta Spa. Dopo aver acceso le speranze di qualche giorno fa, i Benito Remix si ricredono. Spettacolare testa coda di Giorgia Meloni rispetto al principio della concorrenza e del mercato sulle concessioni balneari. La presidente del consiglio non vuole ulteriori grane con l’Europa e, su suggerimento di chi conosce bene le dinamiche di Bruxelles, Raffaele Fitto, Giorgia Meloni ha preferito evitare lo scontro. Fatto sta che il pacchetto degli emendamenti agganciati al decreto “milleproroghe” che chiedevano la cancellazione della scadenza del 31 dicembre 2023 come termine ultimo per mettere a gara i titoli, è stato tolto. Da qui la scelta di eliminare l’emendamento firmato dalla senatrice Mennuni. Meloni, per evitare lo scontro con Forza Italia e Lega (irritualmente anti concorrenza), starebbe pensando di dare corpo ad una “interpretazione estensiva della Bolkestein”, prevedendo una serie di rimborsi per i concessionari uscenti e dunque penalizzati. Anche su questa ipotesi, Forza Italia e Lega non intendono indietreggiare. Soprattutto gli azzurri, che, in una fase pre elettorale come questa, Friuli compreso, vorrebbero assumersi la paternità della difesa dei titolari di concessioni demaniali che rappresentano un bacino elettorale di tutto rispetto.   

Related posts