28 Novembre 2022 - 4:17 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

MascherineBirichine Exxx…Polzive!!! Tutto come previsto. Il personale sanitario si lamentava per le mascherine: Non erano a norma. Condannata l’ex presidente degli studenti cinesi dell’Università di Udine.

 

Già presidente dell’Unione degli studenti cinesi dell’università di Udine, Zhang, è finita sotto inchiesta per la seconda volta in qualità di titolare della “Charming Europe srl” di Trieste. Aveva sottoscritto un contratto con la Protezione civile regionale e si impegnava a consegnare 15 mila mascherine Kn95, per un corrispettivo complessivo, al netto dell’Iva, di 40.500 euro. Ieri è stata condannata a 10 mesi di reclusione e 1.500 euri di multa. Il magazzino in cui venivano stoccate le mascherine era stato ricavato da un garage di proprietà dell’ex sindaco di Udine Agostino Maio (non coinvolto). Fin dalla loro distribuzione fra il personale sanitario (inondata di segnalazioni la casella di posta elettronica di Leopost) e dei dipendenti regionali, la presenza di mascherine farlocche era stata segnalata alle autorità competenti. Ne seguì una mastodontica indagine delle Fiamme Gialle che portò al sequestro, in Friuli, di milioni di pezzi. Le mascherine sequestrate dai berretti verdi erano le stesse che Jiayi Zhang, 29 anni, originaria della Cina e residente a Udine, aveva fornito alla Protezione civile del Fvg, le Kn95. Tutte «non conformi agli standard tecnici e prive del fascicolo attestante la conformità tecnica della merce e di marchiatura Ce». Ieri il Tribunale di Udine ha condannato in primo grado la donna udinese Jiayi Zhang. Nell’aprile del 2021 il direttore generale della regione Fvg Franco Milan aveva disposto la riconsegna urgente del prodotto KN 95. Le sedi interessate erano quelle di Cervignano del Friuli, Tolmezzo, Udine, Pordenone e Trieste piazza Unità d’Italia. Rispetto alla sentenza di ieri, i legali si sono già detti decisi a presentare appello. L’ex presidente era già stata condannata lo scorso giugno a sei mesi di reclusione. 

Related posts