24 Luglio 2024 - 7:59 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

MangiatoiaFriulana Exxx…Polzive!!! Sale il profumo elettorale. Renzi voleva abolire le Camere di Commercio, Bini rinnova convenzioni coi presidenti-sugheri per la gestione degli incentivi alle aziende. Rimborso di oltre 500mila euri alle due Camere.

E’ il profumo elettorale. Non si sa mai, il tempo vola e, con le speranze del terzo mandato a Fedriga ormai sepolte, è meglio portarsi avanti col lavoro. Potrebbe toccare a qualche assessore attualmente in carica. Va da sé che la giunta Fedriga, su proposta dell’assessore alle attività produttive Bini, ha riattivato una vecchia convenzione stipulata fra la Regione Fvg e le Camere di Commercio di Pordenone-Udine (presidente Da Pozzo, vice Agrusti) e Trieste (presidente Antonio Paoletti) per l’attuazione del Programma operativo regionale del Fondo Europeo di sviluppo su “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”. Per questo servizio “esternalizzato”, le Camere di commercio ricevono un rimborso delle spese ammissibili e l’importo massimo erogabile nella misura di 528mila euri. Gli Organismi intermedi sono le due Camere di Commercio operanti nel territorio regionale che saranno delegate nelle attività di selezione, gestione e controllo delle azioni rivolte alle imprese per gli investimenti produttivi per l’innovazione e la digitalizzazione oltre che allo sviluppo delle start up nell’ambito degli obiettivi specifici. Che sono stati così suddivisi:

Investimenti innovativi e tecnologici a favore della trasformazione digitale nelle imprese: 13.043.942,00 euro

Investimenti innovativi e tecnologici delle imprese28.650.000 euro.  

Incentivi per la creazione di start-up innovative e accompagnamento degli imprenditori: 2.000.000 di euro. 

Investimenti produttivi nel settore turistico/terziario, finalizzati anche all’efficientamento energetico, all’eliminazione delle barriere architettoniche: 15.000.000 euro.

In Friuli gli enti camerali resistono grazie alla Regione che “esternalizza” il servizio su proposta dell’assessore alle attività produttive. Lo stesso che per metter in piedi i “Distretti” del commercio ha affidato ai “Cat” dell’Ascom (Da Pozzo) l’organizzazione. Esternalizzato il servizio. I sugheri ringraziano. Renzi può attendere.  

Related posts