23 Aprile 2021 - 7:13 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

LetameFriulano Exxx…Polzive!!! Con la Lega Udine è diventata una colonia pakistana. Consiglieri insofferenti verso l’assessore alla sicurezza Ciani. Le carenze della Polizia Locale. Anteposte le poltrone agli interessi dei cittadini. Dopo la rissa di ieri, la città è sotto choc. Esclusivo.

Il centrodestra friulano antepone gl’interessi personali, mesate, alla sicurezza dei cittadini. Redditi di cittadinanza all’insù per i disperati.

E’ questa la settimana più nera di Fontanini-sindaco e degli scappati di casa che lo sostengono. Lunedì il taglio degli alberi di piazzetta Belloni, martedì le coltellate in via Roma, ieri la paurosa rissa in pieno centro. Udine sotto choc e residenti impauriti. Ad indorare la pillola delle criticità, il fatto che sono gli stessi sostenitori del centrodestra udinese a diffondere i video e le carenze di questa amministrazione.

Secondo alcuni consiglieri di maggioranza, oltre al sindaco, le responsabilità vanno ricercate nell’assessore alla sicurezza, il leghista Alessandro Ciani, completamente inadeguato a gestire il fenomeno. Lo conferma lo stesso capogruppo di ProgettoFvg Zanolla che, involontariamente, lo fa capire quando chiede l’intervento del Questore. Ma chi dovrebbe illustrare alla Dirigente della Polizia di Stato De Bernardin Stadoan l’emergenza Udine? Chi, se non l’assessore alla sicurezza della Lega, dovrebbe sollecitare una presenza maggiore delle forze dell’ordine e di coordinamento con i disperati della Polizia Locale? In questo senso, le voci maliziose in maggioranza sono velenose. Fontanini ha distribuito poltrone a tutti. Nessuno batterà ciglio e la città si trasformerà, mese dopo mese, in una colonia pakistana. Dicono i maligni: Come potrebbe Michele Zanolla chiedere la testa di Ciani se col suo gruppo di ProgettoFvg ha ottenuto il vice sindaco, un assessore e la presidenza di una partecipata? Una raccolto decisamente abbondante. Stesso discorso per Fratelli d’Italia i teorici dell’olio di ricino e della legge e dell’ordine sono spaventati da eventuali tensioni in maggioranza. I patrioti, col 2 per cento, hanno ricevuto un assessore impresentabile, posti alla Quiete, in SSM, Fondazione Hoffmann e la cuccagna delle commissioni. Stesso discorso per l’inutile Autonomia Responsabile che si ritrova ad avere un assessore con un solo consigliere. In tutta questa spartizione di poltrone e di mesate, i consiglieri di maggioranza sussurrano: chi vuoi che pensi di cacciare Ciani? C’è solo da sperare che due anni passino in fretta. Udine infetta, regione malata.

Related posts