19 Giugno 2024 - 7:11 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

LegaAutosega Exxx…Polzive!!! L’ex candidato sindaco di Codroipo chiede l’audizione del commissario AspMoro per dettagliare i disatrosi 10 anni di gestione centrodestra. Tremano gli amministratori che si sono succeduti. Scoppia il caso Snaidero

L’ex candidato sindaco del centrodestra a Codroipo Gianluca Mauro, tiene a sottolineare: “Nell’ultimo consiglio (precedente a quello di giovedì) il sottoscritto ha chiesto l’audizione del commissario”. Un timbro tafazziano copre la drammatica questione dei conti dell’Asp Moro di Codroipo, la casa di riposo che dal 2011 al 2021 è stata gestita da amministratori di area centrodestra. Una coalizione che condanna la propria amministrazione. Ora la musica è cambiata e, dal 2022, la città è guidata dal centrosinistra del sindaco Nardini. Il caso dell’Asp Moro era notorio a tutto il circondario e solo l’arrivo del commissario, voluto da Riccardi, aveva permesso di salvare la struttura da una chiusura assicurata. Fra le prime misure prese dalla regione, per evitare di portare in libri in Tribunale, c’è stato lo stanziamento di 4 milioni di euri che ha permesso la continuità operativa all’azienda. I bilanci erano pubblici, vedi leopost, e il passivo sfiorava gli oltre 8 milioni di euri. Eppure il centrodestra ha deciso di convocare, giovedì scorso in aula, il commissario Salvatore Guarneri e il direttore amministrativo Fabio Di Lenardo affinché illustrassero al centrosinistra (!!!) i dettagli dello sfracello di 10 anni di gestione della propria coalizione. Nardini, Trevisan, Comisso, Soramel, Damiani… sentitamente ringraziano e, ascoltando gli ospiti in consiglio, non credevano ai loro occhi, già pregustando un futuro roseo per il centrosinistra al pari dei vent’anni di Tonutti-Boem. Lisci come l’olio. Tuttavia la questione si fa seria per gli amministratori che si sono succeduti nel decennio in questione. Chi ha firmato i bilanci e le varie delibere dovrà rendere conto in solido (?) di fronte alla Corte dei Conti o alla Procura della Repubblica. Quanti sono stati i presidenti dei vari e tormentati Cda? Un anno fa si era dimesso Giovanni Castaldo denunciando il dissesto economico dell’azienda. Prima di lui, con funzioni di vice presidente, la carica era stata ricoperta da Luciano La Tona, preceduto dall’avvocato Cristian Molaro, da Daniele Frappa, D’Antoni e il primo della serie dei presidenti del rombante centrodestra friulano-centrale, Thierry Snaidero (2012). Su quest’ultimo si è acceso un furioso dibattito dopo che leopost ha diffusa la notizia (confermata) di un suo possibile ingresso in consiglio comunale al posto di Giancarlo Bianchini che, per ragioni di lavoro, abbandonerebbe il posto di consigliere comunale. A quanto risulta, le forze politiche locali stanno facendo fronte comune in difesa di Bianchini affinché non abbandoni l’aula. ThierryGps. 

Related posts