22 Giugno 2021 - 12:24 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

IntrigoAlpino Exxx…Polzive!!! Emergono sospetti procedurali sull’incarico fiduciario del sindaco di Ovaro alla neo dirigente Giorgis in servizio da oggi. Esclusivo

Alcuni candidati al concorso-farsa di Ovaro stanno predisponendo la documentazione per inoltrare le segnalazioni su presunte irregolarità procedurali al Responsabile della Trasparenza della Comunità, al direttore Mareschi e alla responsabile del personale. Segnalazione ed eventuale impugnazione del magheggio.

S’infittisce sempre di più il giallo della selezione pubblica per l’incarico fiduciario a tempo determinato istruito dal direttore della Comunità della Carnia Mareschi, e concluso da Lino Not, sindaco di Ovaro e neo presidente dell’assemblea del nuovo ente. Oggi, dopo una rapidissima istruttoria, ha preso servizio a Ovaro (Ud) Vanessa Giorgis risultata vincitrice della selezione per l’incarico di dirigente per tutta la durata del mandato del sindaco. Le ragioni delle perplessità sulle procedure del concorso sono state sollevate da alcuni aspiranti e riferite a Leopost dopo che su queste pagine era apparsa la notizia dell’esito della selezione. Le domande pervenute presso l’ente di Tolmezzo erano 31, poi ridotte a 29 e ritornate a 30 in virtù delle eccezioni sollevate dall’esclusa Raffaella Paladin poi riammessa. Nella griglia è spuntato anche il nome di una beniamina di Leopost, Fanny Ercolanoni, già comandante della polizia locale di Udine. Tornando alla selezione, secondo alcuni partecipanti, sono mancate le convocazioni ai colloqui col sindaco e gli esami dei titoli. Il punto critico è legato alla discrezionalità dei 6 ammessi al colloquio. Se i 20 candidati sono stati dichiarati ammessi alla selezione e in possesso dei requisiti, per quale motivo la commissione composta da Giuseppe Mareschi, Erika Andenna ed Annalisa Faggionato ne ha esclusi 14? I candidati al colloquio-farsa col sindaco Lino Not erano Ferdinando Boscaro, Vanessa Giorgis, Roberta Paladin, Stefano Raseni, Moira Sandri e Giorgio Valent. Questi nomi sono stati valutati positivamente grazie ai curricula presentati e verificati dalla commissione. I segnalatori delle presunte irregolarità, rilevano che non c’è stata nessuna comunicazione o avviso sui candidati selezionati. Nemmeno delle date dei colloqui col sindaco che devono avvenire, giocoforza, a porte aperte. Per quale motivo non è stata data la dovuta pubblicità ai colloqui?Per quale motivo l’istruttoria della selezione non è racchiusa in un unico avviso e per ordine cronologico delle fasi concorsuali? Carnia Infetta, Regione malata. 

Related posts