9 Dicembre 2021 - 1:35 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

GradoCaligo Exxx…Polzive!!! Kovatsch-Oriti-Marin-Ospizio: poker bizzarro sull’isola. Elettori spaesati invocano una terza soluzione.

Annullati i fuochi e l’air show, ai gradesi non rimane altro che concentrarsi sulle imminenti elezioni. E i rimbalzi lo confermano. A una quindicina di giorni dalla presentazione delle liste, gli eredi del poeta invocano un elemento di chiarezza visto il malumore che porta con sé il duplex Raugna-Kovatsch. Entro questo fine settimana sarà presentato il nome di un terzo candidato sindaco. E son dolori e incertezze, soprattutto nell’area centrodestrista dove l’affaire Kovastch risente della presenza di numerosi saltafossi che caratterizzano il beniamino di due solidi esponenti della sinistra bersaniana come Emanuele Oriti e Francesco Martines.

Le ragioni di un terzo candidato sindaco affondano nel recente passato quando Roberto Marin tuonava contro Kovastch in consiglio, mentre Oriti è stato uno dei tre protagonisti del crac milionario dell’ospizio marino 〈Vosca, Marin, Oriti〉. Ora si ritrovano insieme per competere contro Raugna in una battaglia tutta interna al centro sinistra.

Per questo motivo i gradesi, che sono pure da manicomio, ma che non intendono lasciarsi infinocchiare dalle sirene del Nazareno, stanno elaborando l’uscita di sicurezza per il centrodestra genuino. Lontano da interessi di bottega e compromessi spartitori su poltrone che rendono difficilmente digeribile il candidato Kovatsch.

5 anni fa in lizza c’erano 6 candidati sindaco e la Lega si era presentata da sola. Roberto Marin, sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e una civica, prese solo 10 voti in meno di Kovatsch che a sua volta perse per una settantina di voti in favore di Raugna che divenne sindaco. Da levante il nome del nuovo candidato sindaco.

Related posts