28 Novembre 2022 - 5:07 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

GaravagliaMassimo Exxx…Polzive!!! Il ministro in visita ad Aquileia, simbolo del pantano friulano: La figuraccia delle idrovore del Consorzio. Un anno fa impegnati 950 mila euri per lavori di manutenzione.

I coltivatori diretti, solo oggi, dopo 5 giorni e ringraziando il cielo, sono potuti entrare nei campi e nelle vigne dell’Agro Aquileiese. Fino a ieri era impossibile. La campagna, causa grippaggio idrovore di Cà Viola di competenza del Consorzio Bella Vita Friulano era inaccessibile. Nei vigneti non si poteva entrare, vendemmia bloccata e danneggiato anche il mais. Uno scandalo coperto al pelo al ministro del turismo Garavaglia in visita ieri alla Basilica. I guasti alle idrovore sono stati confermati dall’amministrazione comunale di Fiumicello e di Aquileia. Nella colonia romana ben tre idrovore hanno accusato guasti meccanici. Allagato anche il battistero e un’ampia area della Cripta degli scavi. Un’idrovora è stata messa fuori uso da un fulmine e il Consorzio ha dovuto farsi imprestare un generatore dalla Protezione Civile (come ricordato dal dirigente Ventulini). Eppure meno di un anno fa il presidente Rosanna Clocchiatti aveva deliberato la procedura di affidamento di manutenzione straordinaria per sistemare le arginature del Bacino scolante Cà Viola per un importo di 950 mila euri. La progettazione dei lavori era stata affidata al dirigente e vicedirettore area tecnica del Consorzio Massimo Ventulini coadiuvato dall’ingegner Massimo Blasone. L’affidamento dei lavori a procedura negoziata erano stati affidati alla ditta Adriastrade Srl di Monfalcone: costo: 960 mila euri, ribasso del 15,6%. Come si spiega che dopo nemmeno un anno dall’inzio dei lavori, la pioggia ha rischiato di danneggiare un Patrimonio archeologico di livello mondiale? A dire il vero, anche Grado, altro patrimonio archeologico friulano è finito sott’acqua e, nel 2017, l’assessore Sara Vito aveva annunciato l’avvio dei lavori per la messa in sicurezza delle arginature del canale Isonzato in località Fossalon, nella zona in prossimità della Guardia di Finanza, il Comune di Grado aveva pubblicato l’avvio della gara d’appalto per un importo complessivo di 1,1 milioni di euro. Oltre un milione a Grado e un milione nell’Agro Aquileiese. Le idrovore non funzionano e in magazzino non si trova nemmeno un generatore. I vertici del Consorzio Bonifica Pianura Friulana hanno recentemente messo all’asta un tornio usato. Offerte a partire da 11 mila euri. Intanto, vedi foto, la deputazione si concede allegre assemblee conviviali. Paga Pantalone. 

Related posts