28 Novembre 2022 - 4:52 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

FriuliTossico Exxx…Polzive!!! La regione pubblica il decreto di autorizzazione ambientale per la Silva sui terreni della Fileo. Pendono 4 ricorsi. Rumors da San Vito sulla torta che si sarebbero spartiti gli squali.

 

Malgrado siano istruiti ben 4 ricorsi al Tar contro la Silva; non ci sia ancora l’esito definitivo delle sentenze rispetto agli espropri che la triade tossica di San Vito (Agrusti, Di Bisceglie, Gerolin) tenta disperatamente di avviare contro i legittimi proprietari…, la Silva, senza terreni, ha ottenuto le autorizzazioni ad esercitare l’attività di deposito di scarti legnosi per intossicare la bassa pordenonese. Dove? Boh. Com’era prevedibile, e mancava solo la pubblicazione del decreto, la direzione centrale difesa dell’ambiente energia e sviluppo che fa capo all’assessore dei Benito Remix Scoccimarro, ha rilasciato l’autorizzazione integrata ambientale per l’esercizio di un impianto di recupero di rifiuti non pericolosi costituiti da scarti di legno. Il deposito è direttamente funzionale alla realizzazione e all’esercizio di un impianto di produzione di pannello truciolare ricavato da legno riciclato che si presenta come attività accessoria della Kronospan. In pratica la Silva dovrebbe diventare la discarica della Kronospan. Tonnellate di rifiuti di legno si rovesceranno su San Vito per poi essere incenerite a pochi passi dai centri urbani e due asili nido. Tuttavia sulla questione Silva-Kronospan pendono ben 4 ricorsi al Tar che seguono questo calendario:

11 gennaio discussione sul Piano autorizzativo comunale istruito dal Comitato Abc, Fileo e Borean; 25 gennaio udienza contro gli espropri promossa da Borean e Fileo; 8 febbraio discussione su rigetto domanda d’iscrizione al Consorzio industriale Ponte Rosso da parte di Fileo; nella stessa data discussione del ricorso contro il Piano Autorizzativo Kronospan promosso da Borean, Fileo e Abc; infine, ed è ancora in fase di elaborazione, il Comitato ABC ha avviato un ricorso contro Silva. Trema la calotta Sanvitese, ma soprattutto la triade tossica (Di Bisceglie, Agrusti, Gerolin) che, secondo le voci maliziose che rimbalzano dal Ponte Rosso a Casarsa (Agrusti) e da San Vito (Di Bisceglie) a Sesto al Reghena (Gerolin) sta rovinando i piani della golosa triade. Quali interessi economici si nascondono dietro l’affare Kronospan? Da sabato scorso a San Vito non si parla d’altro. 

Related posts