28 Novembre 2022 - 4:19 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

FriuliMarcio Exxx…Polzive!!! Ufficiale della Guardia di Finanza voleva far assumere il figlio alla “Burimec” di Buttrio in cambio di ispezioni di basso profilo. Il PM chiede 4 anni di reclusione. Il 29 sentenza.

 

Ultima udienza ieri in Tribunale a Udine prima della sentenza, collegiale, che il giudice Milocco pronuncierà il 29 novembre prossimo. Sul banco degli imputati il 57 enne Vincenzo Corrado che, all’epoca dei fatti era in servizio presso il Comando regionale veneto, e Pietro Schneider titolare dell’azienda “Burimec” di Buttrio. I fatti emersi ieri in aula e avvenuti tra il 2015 e 2016, sono i seguenti: il finanziere Corrado avrebbe chiesto al comandante, all’epoca dei fatti, della Tributaria di Udine Massimo Nicchiniello di togliere il fanale delle ispezioni aziendali nei confronti della Burimec, o perlomeno di mantenere un profilo mite. Il motivo della richiesta risiede nel fatto che l’ufficiale delle Fiamme Gialle Corrado aveva intavolato una trattativa con l’imprenditore dell’azienda di Buttrio per far assumere il figlio. Pare che il titolare non potesse rifiutare la richiesta per via del fatto che stava attraversando una profonda crisi in azienda e non voleva ulteriori rogne. L’operazione si rendeva possibile grazie al fatto che Corrado e Schneider si conoscevano da almeno trent’anni e che il rapporto di amicizia era proseguito anche dopo i fatti contestati. A carico di Corrado, già condannato dal tribunale di Venezia a 4 anni di reclusione, resta appunto l’ipotesi delle pressioni esercitate per indurre l’imprenditore ad assumere il figlio in azienda, peraltro con contratto da dipendente e in data (il 1° febbraio 2016) antecedente la conclusione della verifica. La richiesta di condanna per l’alto ufficiale è di 4 anni di reclusione. Il 29 novembre la sentenza.

Related posts