27 Settembre 2022 - 4:42 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

FriulanoBaccano Exxx…Polzive!!! Al Consorzio hanno altro da fare che spostare briccole pericolose. Spunta un albero di 8 metri sul fiume Stella. Lo stato di pericolo non impensierisce il vice direttore Ventulini.

La briccola segnalata ieri dalla capitaneria di porto e che galleggia pericolosamente lungo il canale navigabile di Marano Lagunare e Lignano, può restare lì. Parola del vicedirettore tecnico Massimo Ventulini che antepone il costo dell’intervento (8.000 euri circa) al pericolo di un grave incidente visto che l’oggetto, con l’alta marea è quasi invisibile. I diportisti ed alcuni consiglieri comunali di Lignano sono sul piede di guerra. La competenza della manutenzione della laguna, come da convenzione con la regione, spetta al Consorzio Bonifica Friuli Centrale. Dallo scorso anno è stata attivata una centrale di pronto intervento, ma a Lignano e lungo lo Stella i tronchi sono ancora lì. E c’è un altro caso spuntato in queste ore. Si tratta della presenza di un albero di circa 8 Metri di lunghezza e un diametro di 60 cm. E’ stato segnalato venerdì scorso a pompieri e protezione civile. Il tronco è galleggiante e si muove pericolosamente con la spinta della corrente. Si presume che anche in questo caso, come per la briccola della Laguna e le idrovore di Fiumicello, Aquileia, Grado, il Consorzio non possa/voglia intervenire. Perché la regione non ritira la convenzione? In quali termini è stato attivato da quest’anno il servizio di pronto intervento per il ripristino dei segnalamenti presenti in laguna se briccole e tronchi d’albero galleggiano pericolosamente all’imbocco dei fiumi e lungo i canali navigabili? Perché addebitare a pantalone il costo di circa 7 milioni e mezzo all’anno del personale? Consorzio infetto, regione marcia.   

Related posts