16 Aprile 2024 - 2:07 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ForniCaldi Exxx…Polzive!!! A Forni di Sotto, 500 anime, dopo il centro sportivo da 1 milione 200mila euri, si progettano spazi espositivi. Appalto affidato a una vecchia conoscenza del monopolio fornese: Cooprogetti di Pordenone. Nessuno vuole impelagarsi a fare il Rup: Trovato un geometra nella laguna di Marano (Ud)

Dopo Forni di Sopra, la Cooprogetti sbarca a Forni di Sotto. Certamente l’impresa di Pordenone gode di un binario ultra preferenziale alle pendici del Varmost. A Forni di Sopra, sindaco Lenna, la ditta è impegnata nella progettazione del mostro-municipio da oltre 5 milioni di euri, a Forni di Sotto, sindaco Coradazzi, alla Cooperativa è stato affidato direttamente l’incarico per uno stratosferico progetto di “Valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale al fine di destinarlo a sede delle associazioni del territorio per lo sviluppo culturale e turistico della comunità locale”. Robe che nemmeno alle Olimpiadi invernali di Cortina si sognano di mettere in piedi. L’impegno di spesa per la cuccagna è di 124 mila euri. Una cifra al di sotto della soglia dei 139mila che consente al comune di affidare i lavori mediante procedura diretta. Tuttavia, per evitare casini nel suo comune, il sindaco ha disposto che all’aggiudicazione dell’appalto provveda la Comunità di montagna della Carnia di Tolmezzo dove lo stesso sindaco Coradazzi è vice presidente. Quindi l’appalto dei servizi tecnici per la “valorizzazione del territorio…” è stato affidato al raggruppamento temporaneo, non ancora costituito, tra Cooprogetti di Pordenone e la geologa Paola Parente anche lei di Pordenone. Importo totale 118mila euri. Le due imprese, già conosciute fra i due Forni, sono le titolari dei lavori di progettazione del mostro-municipio di Forni di Sopra e, grazie ai buoni uffici degli amministratori non disdegnano i lavori anche a Forni di Sotto. Un monopolio. E una curiosità: il Rup è un geometra di Carlino, Gianni Regeni a due passi dalla Laguna di Marano. Impegno di spesa 2.540 euri. Strano che in Carnia, da Sappada al passo di Monte Croce carnico non si trovi un geometra. Verso le Dolomiti si sente odore di bruciato e nessuno vuole ustionarsi. Restando ai progetti inutili di Forni di Sotto, non va dimenticato il Centro Sportivo “3Fontane” attrezzato con una palestra e uno spazio per il potenziamento fisico degli atleti. Costo? 1 milione e 200mila euri. 500 abitanti. Mangiatoia Alpina, ed è già campagna elettorale.  

Related posts