19 Giugno 2024 - 6:54 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ElezioniMeCojoni Exxx…Polzive!!! No puledre, no party. Le elezioni europee senza passera non interessano a nessuno. In regione affluenza bassissima al 13,82%. Più seducenti le comunali. Ieri la media era di oltre il 20%. A Grado, Camino al Tagliamento, Aquileia e Forni di Sopra le urne danno spettacolo: in alcune sezioni oltre il 31%. In Veneto l’affluenza alle europee crolla al 14,74%.

 

Ieri sera a Trieste aveva votato solo il 12%; Udine 14,51; Gorizia 15,71; Pordenone 12,59. La maggior parte degli elettori è stata presa alla sprovvista per via delle urne aperte al sabato. È la prima volta che succede ed è collegata al fatto che si tratta di elezioni europee, quindi si vota in 27 paesi. Il Parlamento Europeo ha stabilito che le operazioni di voto devono essere concluse la domenica sera, quindi non è più possibile per l’Italia votare durante la giornata di domenica e nella mattinata del lunedì. Gli elettori italiani sceglieranno 76 deputati per il Parlamento europeo; lo spoglio comincerà in contemporanea in tutto il continente alle 23 di domenica 9 giugno, quando saranno disponibili le prime proiezioni. Per le comunali si inizierà il lunedì alle 14. Per questo motivo il voto al sabato è una novità che non era mai successa prima. Ed infatti la bassissima affluenza lo dimostra. In Friuli VG, circoscrizione Nord Orientale, ha votato il 13,82% degli aventi diritto. In Veneto il 14,74. Per le regionali in Piemonte, il dato è sconfortante: 17,87. Più incoraggiante l’esito del primo giorno di voto per le comunali. Diciamo che nei comuni dove si vota per il rinnovo dell’amministrazione il range oscilla fra il 18 e il 22%. Un corrispettivo che rimane comunque molto al di sotto della media degli anni scorsi. In controtendenza Grado, dove la competizione è molto sentita per via dei tre candidati e la presenza del presidente della Git in corsa per la poltrona di primo cittadino. La media sull’isola è del 26% ma le sezioni numero 3 e 5 hanno fatto registrare un’affluenza pari al 31%. La prima il 28 mentre la sesta il 25. Più bassa la 4a (Fossalon) che ha registrato un misero 10%. A Camino al Tagliamento l’affluenza è stata del 34,54%, Aquileia del 29,38. Forni di Sopra 26,78. Record negativo Montenars: 4,7%. Domani si vota dalle 7 del mattino fino alle 23. Vien da pensare che sarà molto difficile, per le europee, superare la soglia del 50%. Un dato pessimo che riflette il disinteresse dei cittadini per un’entità troppo distante dalle loro aspettative. Per i partiti si tratta di una resa dei conti per poi, a seconda dei risultati, andare a batter cassa.    

Related posts