28 Novembre 2021 - 9:54 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CupolaFriulana Exxx…Polzive!!! Spuntano ipotesi di magheggi di Laudicina, Fontanini e Scapin sul PiccoloBar. Coglionati i 7 partecipanti al bando.

 

Il “Clan” delle osterie di Udine, Fontanini, Scapin e Laudicina-in-Siciliani, umilia 7 partecipanti a un bando sul “Piccolo Bar” che, si sospetta, avesse già deciso a chi assegnare. I 7 coglionati che avevano partecipato al bando erano: M-Joy Srl, CGG Group, Luca Tambosco, Martina Braida, H srl, Krios Soc. Coop. e InMensa. Mentre il concorrente dal plico N. 8 era quello intestato a “Prosciutterie Srl” cui verrà assegnata la concessione della durata di 12 anni. Decorrenza fissata al 1° febbraio 2021. La base di partenza era stata fissata dal comune in 1.200 euri-mese. L’offerta dei vincitori è stata di 1.510 euri. Appena sopra quella del concorrente Tambosco. Dove si annidano i sospetti di un traffico di facilitazioni fra il plico N. 8 e il “clan delle osterie” di Scapin-Fontanini-Laudicina-in-Siciliani?

Innanzitutto riguardo allo sconto affitto sui lavori da eseguire: il locale è stato concesso in uso senza arredi e attrezzature, avendo la concessione ad oggetto unicamente l’unità immobiliare. Il bene necessitava di interventi di adeguamento che dovevano essere realizzati direttamente dal concessionario. Il Comune di Udine avrebbe riconosciuto al concessionario esclusivamente gli oneri relativi alle opere in conto canone di concessione.

Il primo magheggio spunta all’articolo 3 del bando in cui gli importi sostenuti dal concessionario  (in questo caso 37mila euri (!!!) per imbiancare i muri e rifare un impianto elettrico di un vano di 3 mq), dovevano essere recuperati in 12 anni e non subito. La determina di assegnazione alla Prosciuttere Srl invece capovolge radicalmente l’anima del bando: il dirigente agevola i nuovi gestori sul fatto che, invece di attendere144 mesi come da bando per rientrare dall’investimento, alla Prosciutterie Srl è stato concesso il privilegio di abbattere i 37mila euri di lavori immediatamente, senza spalmare la cifra in 144 mesi! Una stortura clamorosa che stravolge l’intelaiatura del bando che prevedeva il pagamento del canone di affitto, meno un 144esimo delle spese sostenute per 12 anni. Ovvero 1.282€/mese per 12 anni. 

Inoltre, il bando prevedeva una fideiussione di 6 (sei) mensilità mentre la determina per le Prosciutterie srl ne ha richieste soltanto 3. Per quali motivi è stato ridotto di 3 mesi l’importo della fidejussione? A Fontanini, dopo le lavate di capo del Prefetto e della Soprintendenza su casa Mauroner e l’ascensore, non restano che le osterie. La sua vera e unica passione assieme al veneto Scapin e lo studio dei commercialisti di Laudicina-Siciliani.      

Related posts