22 Giugno 2021 - 12:27 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CuccagnaFriulana Exxx…Polzive!!! Passa in commissione lo scandalo mesate delle Comunità. Al presidente oltre 4.000 euri-mese. Russo-Iacop-Honsell-Zanon e Centis smascherano il bluff semplificazione enti locali. Il caso province. Esclusivo

 

Non era mai successo prima. Agli amministratori delle nuove Comunità è previsto anche il rimborso forfetario: 400 euri-mese al presidente, 200 ai componenti del comitato esecutivo. Venerdì scorso il gruppo consiliare della Lega Fvg aveva pomposamente presentato a Udine i risultati dei primi tre anni di legislatura e sottolineato l’obiettivo più ambizioso: la semplificazione. Un bluff clamoroso scoperto ieri fra i banchi del consiglio durante la discussione sulle indennità dei presidenti delle nuove Comunità. La riforma enti locali proposta dall’assessore Roberti prevede il ritorno a Bisanzio. Un ginepraio amministrativo in controtendenza rispetto alle altre regioni italiane. A partire dall’annunciato ritorno delle province e, udite udite, all’elezione diretta degli amministratori. Una proposta che il consigliere Dem Francesco Russo ha incenerito sul posto ricordando all’infastidito assessore alcuni elementi di diritto costituzionale rispetto al nostro statuto. Secondo la proposta dell’assessore, la riforma enti locali che dovrebbe far dimenticare le Uti-Serracchiani, prevede: Regione, Province, Comunità di comuni, e Comuni. Il Friuli VG da 1 milione di abitanti si ritrova con un caos amministrativo superiore a quello che il residente disponeva nella prima Repubblica. Le bocche da sfamare sono tante e le richieste di redditi di cittadinanza all’insù abbondano. Ecco perchè la Lega ha previsto mesate da urlo per gli amministratori delle nuove comunità. 

Ieri la 5a commissione del consiglio regionale del Friuli VG ha dato parere favorevole alle linee guida della giunta approvate nel marzo scorso: mesate per sistemare i riciclati, gli amici o gli eventuali trombati. La Casta friulana si è preoccupata anche dei dettagli: I compensi saranno retroattivi, ovvero dalla data in cui sono stati eletti gli amministratori. Il caso della Comunità Collinare è emblematico, come quello della Comunità di Montagna Est del pordenonese dove i sindaci hanno recentemente eletto l’ex sindaco di Fanna Demis Bottecchia. Per lui assicurati 4.300 euri-mese mentre ai componenti del comitato esecutivo oltre 1.300 euri-mese. Il dato singolare di tutta questa bulimìa bizantina risiede nel fatto che la maggioranza ha fissato le indennità prima di mettere regime la macchina. Per esempio, nella destra Tagliamento il sito dei due nuovi enti riporta ancora i dettagli delle Uti. Nessuna traccia del nuovo ordinamento. Lo stesso vale per la Carnia dove da mesi cercano di eleggere un presidente ma non riescono. Negli altro comuni, i tentativi, vedi Medio Friuli, sono stati accantonati. Latrina Friuli, Arlecchino Italico.  

Related posts