18 Ottobre 2021 - 4:01 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CaligoCentroDestraFvg Exxx…Polzive!!! Tajani va sul sicuro a Trieste. Schiva i precipizi di Palmanova, Tarcento, Grado, Majano, San Vito e San Giorgio.

Grande festa sul Carso martedì sera per gli azzurri che hanno accolto con entusiasmo il dirigente di Forza Italia nell’agriturismo preferito da Giulio Camber 〈assente〉. Fra i presenti, si sono notati Riccardi, Dal Mas, Savino, Ziberna, Dipiazza, ZaninMtf, Alberto Polacco, Michele Babuder, gli assessori comunali di Trieste Lorenzo Giorgi e Michele Lobianco. Nel suo intervento, l’esponente di Forza Italia ha fornito vitamina al centrodestra pronosticando che: «Ci sono buone possibilità che Dipiazza vinca al primo turno». Trieste, con Pordenone, contiene un significato politico molto importante. A 20 mesi dalle regionali, mantenere la posizione sul golfo è oggettivamente un buon passo avanti.

Diverso invece il quadro negli altri comuni friulani in cui si va al voto e dove il dirigente di Forza Italia ha scientificamente evitato di presentarsi.

A Palmanova, dopo la scoppiettante partenza del candidato Di Piazza di alcune settimane fa, l’altra sera alla presentazione dei candidati nella frazione decisiva per la vittoria finale 〈Jalmicco〉, il centrodestra si é scontrato contro il muro di un flop pazzesco. L’adunata è stata totalmente ignorata dai residenti. Ora si tenta di correre ai ripari con l’arrivo, nei prossimi giorni, dei Benito Remix Fabio Rampelli e Scoccimarro. Al fotofinish, domenica sera, è previsto anche l’arrivo di Salvini. Ma Tajani schiva. A Tarcento l’uscente Steccati, querelante Leopost, si è intortato con gli scuolabus e, malgrado mesi e mesi di promesse da piazzista, non è stato capce di assicurare il servizio per gli studenti. Non una grande credenziale per un sindaco uscente, asfaltato clamorosamente dai due candidati Prisciano e Tomada.

A Majano la candidata De Sabbata distribuisce lezioni di buona amministrazione al centrodestra annunciando che il servizio di scuolabus partirà regolarmente. Non ci sono speranze di vittoria per il nipote di Benito, Bortolotti. Come a Grado dove l’ex forzista Debello si è messo in testa di candidarsi sindaco per facilitare la quasi vittoria di Raugna contro lo spurio centrodestra di Kovatsh. Dietro il candidato Delbello, una sghiria di saltafossi sostenuti dai palazzinari locali che non si arrendono al progetto di cementificare l’isola. Tajani schiva.

San Giorgio di Nogaro è paradigmatico per capire le stranezze di un comune faticosamente conquistato dal centro destra e che ora rischia di finire di nuovo nelle mani del centrosinistra. Vocchini ha scelto la linea dell’intransigenza e del rancore per rischiare di arrivare addirittura terzo, dietro a Del Frate e a Sartori. A San Vito al Tagliamento il Centrodestra con Delle Fratte si è impantanato nella questione Kronospan. Tajani schiva. Posizioni ambigue che favoriscono il candidato Bernava che rappresenta l’unica certezza per i cittadini contro lo scempio che i ducetti della Delizia, Agrusti e Di Bisceglie hanno in mente di realizzare: l’ampliamento della Kronospan per intossicare i residenti. 

Related posts