24 Luglio 2024 - 9:16 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

BlasoniInnovazioni Exxx…Polzive!!! Il quotidiano “Libero” dedica la pagina Economia di oggi all’accoppiata mondiale Blasoni-Musk. Il leader del secondo gruppo in Italia delle residenze per anziani, annuncia: “Assicurazione su base volontaria per gli anziani non autosufficienti”.

Due sono le pagine che il quotidiano “Libero” di oggi, giovedì 11 luglio, dedica all’Economia. A pagina 20 si parla del gruppo automobilistico Volkswagen e degli investimenti del colosso arabo Saudi Aramco in Renault. La pagina 21 si apre con un articolo su Elon Musk e gli accordi sfumati col gigante tecnologico Oracle. Nella stessa pagina, taglio medio, è messo in rilievo l’annuncio altamente innovativo e lungimirante del proprietario del secondo gruppo in Italia nel settore delle residenze per anziani (Sereni Orizzonti), Massimo Blasoni. Il manager udinese ha destato l’interesse di “Libero” per l’attualità della sua proposta che nasce da questo ragionamento: «Per anziani con gravi problemi di non autosufficienza è molto difficile garantire assistenza professionale e occorrono strutture specializzate». Va aggiunto che gli alti standard infermieristici richiesti nelle Rsa comportano elevati costi che spesso le famiglie faticano a sostenere. Quali soluzioni? Massimo Blasoni,  proprietario di “Sereni Orizzonti” (secondo gruppo in Italia del settore con 220 milioni di fatturato, obiettivo: 8.000 posti letto entro il 2028) non ha dubbi: «Le rette in Rsa in Italia sono troppo alte e spesso le famiglie faticano a pagarle. Abbassarle però vorrebbe dire ridurre la quantità e qualità dell’assistenza: impensabile. Già oggi Oss e infermieri danno il massimo. In Germania tutti i cittadini hanno un’assicurazione/pensione di non autosufficienza che serve a pagare a libera scelta la retta della Rsa o l’assistenza a casa. In alcuni paesi in cui viene applicata raggiunge il 70% della retta». Occorre dire che la spesa sanitaria pubblica in Italia è aumentata dai 78,5 miliardi di euro di fine 2002 ai 131,7 miliardi del 2022. Lo scorso anno è scesa a 131,1 miliardi. E’ inutile negarlo, l’invecchiamento riguarda tutti e la proposta dell’assicurazione, con un modesto impegno di spesa, potrebbe sopperire all’innalzamento dei costi che l’Italia è costretta a sostenere visto il costante invecchiamento della popolazione dei paesi nell’area OCSE. Il manager osserva: «In Italia è previsto un rialzo al 33,4% entro il 2060». Massimo Blasoni, l’udinese con la marcia in più che Libero accosta a Musk.

Related posts