21 Giugno 2021 - 11:48 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

VaxDeMonte Exxx…Polzive!!! Barbacetto randella Riccardi-Videla. Il Friuli sputtanato su tutta la penisola. Gagliardi annuncia querele. Esclusivo

 

Oltre 22 anni anni di esperienza nelle strutture sanitaria di emergenza, ha coordinato interventi su disastri naturali, è uno dei massimi esperti nel soccorso notturno e fortissimamente legato al Friuli al punto da certificare come un’offesa ai friulani quanto è accaduto attorno al caso De Monte. Lui è Pasquale Gagliardi, calabrese, uno dei 4 aspiranti alla direzione della Sores di Palmanova, che ha annunciato a Leopost di aver dato mandato ai legali di istruire una querela contro coloro che, in diverse occasioni, hanno sostenuto che i candidati alla direzione dell’emergenza Fvg, non sarebbero stati in grado di dirigere la sala operativa regionale di emergenza sanitaria 〈Sores〉. Offesa la dignità personale dei medici. Il primario calabrese aggiunge di aver contattato il presidente della commissione antimafia, senatore Morra, affinchè porti l’attenzione degli organi ispettivi su quanto si sta verificando in Friuli rispetto alle questioni sanitarie. “Il fatto che De Monte non abbia partecipato al concorso – rammenta Gagliardi – ferisce il senso civico dei friulani, nessuno gli avrebbe impedito di partecipare alla selezione”. Ma qui interviene Riccardi che sgombra il campo dall’ipotesi del bando sostenendo che De Monte, in passato, ha già partecipato a concorsi, conoscendolo, non serve. “In quanto al vaccino – ribadisce Gagliardi – sono esterrefatto che De Monte non sia ancora vaccinato. Chi sta in prima linea deve dare l’esempio e non deve assolutamente passare il messaggio che nella struttura di emergenza non serve il vaccino”. In questo senso le risposte date da Riccardi e Tonutti in commissione sanità giovedì scorso non hanno convinto i consiglieri regionali. Uno dei documenti più scottanti, che rivela il cortocircuito provocato da Riccardi, è quello della determina del sorteggio della commissione della selezione di data 30 aprile. Il provvedimento è firmato dalla dirigente alle risorse umane Tecla De Dò. Dopo che il concorso è stato sospeso, la stessa dirigente non firmerà il decreto di De Monte. Perchè?

Tutto ciò finisce sulla stampa nazionale a cura di Gianni Barbacetto, uno dei giornalisti di punta de “Il Fatto Quotidiano” che fulmina i cerchiobottisti Riccardi e Tonutti. Rasa al suolo la retorica del Friuli immacolato e perbene. Tutte balle. La regione del presidente della conferenza delle regioni finisce sputtanata sulla stampa nazionale. 

Barbacetto parla di: «Una brutta storia che contiene una storia ancora più brutta. Quella di Amato De Monte medico anestesista di Udine, catapultato dal presidente Fedriga e dal suo braccio destro assessore Riccardi al vertice della Sores. A chi gli era vicino – riporta Barbacetto -, nei mesi scorsi lo diceva chiaramente: «Io non mi vaccino, non mi fido dei prodotti che circolano». Ma il vulnus, Barbacetto lo scopre nella seconda parte dell’articolo. «La promozione 〈di De Monte〉 è stata il premio per il sostegno dato ai vertici politici di centrodestra della regione durante i mesi più neri della pandemìa 〈…〉. Alberto Peratoner, presidente del sindacato dei medici anestesisti spiega che i numeri della peste in Friuli sono stato addolciti con stratagemmi per evitare di entrare in zona rossa. Alcuni reparti ospedalieri sono stati classificati di Terapia Semintensiva, mentre in realtà erano a tutti gli effetti delle vere terapie intensive gestite da anestesisti rianimatori con pazienti gravi, ventilati e rapidamente intubati». Friuli vergogna italica. 

Related posts