23 Aprile 2021 - 7:57 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

TurboTrieste Exxx…Polzive!!! Dipiazza convince Draghi: Confermato lo stanziamento del Ricovery Plan da oltre 400milioni di euri. Stordito il pivettaro di Udine Fontanini. Non c’è traccia delle sue fantasie. Esclusivo.

A coronamento di una settimana esilarante condotta dagli zampognari udinesi intortati su progetti diffusi solo ed esclusivamente sul «Nostro Giornale» 〈cit. Michele Zanolla〉, giunge il rimbalzo triestino che stordisce i periferici del capoluogo friulano.

Draghi conferma il “Pacchetto Trieste” relativo al Recovery Plan e porta lo stanziamento per il progetto infrastrutturale del porto a oltre 400milioni di euri. Dicesi, oltre 400 milioni.

Al centro della strategia di sviluppo, il raddoppio ferroviario del porto, l’elettrificazione delle banchine e la riqualificazione di Ferriera ed Ex Aquila. Fontanini resta aggrappato al «Nostro Giornale». Secondo Il Piccolo, il piano prevede 385 milioni di investimenti già messi nero su bianco a favore del porto e un’altra 30ina da recuperare nel miliardo dedicato alla transizione ecologica il cui sottosegretario è l’amica personale di Salvini, Vannia Gava. Di elaborati firmati dagli zampognari udinesi, nemmeno l’ombra. Anzi, vi è una bozza del piano che prevede il trasferimento della ferrovia Udine-Cividale nell’ambito di una strategia tesa al superamento della gestione frammentaria delle reti regionali. Il Recovery, non prevede nulla di specifico ma solo investimenti generici sulla linea.

Nessun accordo di stazioni ferroviarie sotterranee o aree da riqualificare. Anzi, il progetto di Fontanini viene totalmente bocciato giacchè è previsto solo il rafforzamento della linea ferroviaria Venezia-Udine-Trieste. Il documento di Draghi non chiarisce il tipo di intervento sulla linea. Tornate nel Contado.     

Related posts