23 Aprile 2021 - 6:51 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ScomunitàCarnica Exxx…Polzive!!! Effetto Draghi sull’Alto Friuli. Schiaffo di Fratelli d’Italia al centrodestraFvg: accordo col centrosinistra per eleggere il presidente della nuova Comunità. Fedriga-Roberti spiazzati. Esclusivo.

Dopo l’incontro dell’altra sera a Villa Santina, cui hanno partecipato numerosi amministratori, la situazione riguardo l’elezione del presidente del nuovo ente montano diventa più codificabile. Si prospetta un bis fra l’uscente Francesco Brollo contro Daniele Ariis dopo la candidatura “civetta” del sindaco di Amaro Zanella. Anche in questo caso, il retroscena ribalta la scena.   

Il capolavoro della madre di tutte le riforme timbrate Fedriga, ovvero quella delle Comunità, si compie in Carnia. Dopo un primo tentativo andato a vuoto di eleggere il nuovo presidente (Brollo contro Ariis), le batterie diplomatiche si sono messe al lavoro di gran lena per compiere uno dei cortocircuiti politici più clamorosi di tutta la regione. Sono ben 28 i comuni che fanno parte del nuovo ente e determinare il presidente assume un’importanza strategica per definire i rapporti di forza lungo le valli 〈Consorzio industriale e il nuovo ente〉. Un’asse ben frastagliata che riunisce il Pd, gruppi civici che guardano a sinistra e avversari dell’uscente Brollo ha gettato nella mischia ben due candidati, i sindaci Zanella e Ariis. Dall’altra parte, un polo più trasversale e politicamente centrista tiene il punto sul sindaco di Tolmezzo Brollo. Fra le due formazioni è spuntata la variante carnica di Fratelli d’Italia che, in virtù dell’agibilità politica indipendente derivata dall’effetto Draghi, sta perfezionando un accordo con il Pd di Marsilio per strappare la presidenza e assicurarsi la compensazione della poltrona di vice. Una prassi poltronara che i patrioti praticano e applicano con molta disinvoltura, soprattutto nel cuore del Friuli, Udine in testa 〈Silvana Olivotto, Sara Marchi, Ugo Falcone, Bosetti, Marzio Giau〉. La manovra ha manico e pare sia ben sviluppata grazie anche all’influente apporto di un’altra variante, quella del leghista Luca Boschetti che, in accodo con Marsilio, ha dato precise indicazioni ai sindaci di Cercivento e Zuglio sulla candidatura “civetta” di Laura Zanella. In questo senso il cortocircuito carnico esplode come un petardo e mette in agitazione la maggioranza di centrodestra regionale. Fedriga e Roberti si trovano spiazzati dalla manovra a tenaglia praticata dal consigliere regionale della Lega e da Fratelli d’Italia che consegnano al centrosinistra la presidenza del nuovo ente ideato come risposta al progetto Uti-Serracchiani. Uno showdown dolorosissimo che mette in profonda crisi i rapporti regionali fra Lega-ProgettoFvg e Forza Italia. Sullo sfondo il lavoro di copertura di Franco Baritussio in corsa per le regionale del 2023. Ancora incerta la data della prossima assemblea. 

Related posts