18 Ottobre 2021 - 4:11 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

RegressoFriuli Exxx…Polzive!!! Alvaro Cardin vuole il ritorno della Provincia di PN. Felcaro la Comunità del Patto del Collio. Di Bert e Moretti si accordano per sistemare Alessandro Fabbro.

Da alcune settimane fra i corridoi dei passi perduti del palazzo della Regione FVG, il nome di un ex sindaco rimbalza da una sponda all’altra, è quello di Alessandro Fabbro segretario generale dell’Anci Fvg. Il dirigente si trova al centro di un clamoroso inciucio PD-ProgettoFvg impersonato dai consiglieri regionali Mauro Di Bert e Diego Moretti. Il generatore ha un nome: La “Comunità del Patto del Collio” composta da 10 comuni. Il Rottame Friuli diventerà a breve la regione più bizantina di tutta Europa. Dopo lo scatto degli anni scorsi, c’è un pezzo di centrodestra che s’ingegna per sistemare, attraverso la creazione di nuovi carrozzoni, gli amici nei posti dirigenziali. Nel pordenonese, Alvaro Cardin e Giuseppe Pedicini, spingono per la ricostituzione della Provincia di Pordenone. Nel Goriziano invece, giacchè sono ormai perfezionate le nuove province sotto le mentite spoglie degli EDR, il leader di ProgettoFvg e sindaco di Cormóns Roberto Felcaro punta alla costituzione di un nuovo poltronificio per sistemare se stesso e alcuni amici di bottega. L’escamotage si chiama Comunità volontaria del “Patto del Collio” che comprende i comuni di Cormons, Capriva, Dolegna, San Floriano, Medea e altri. In questi ultimi tempi, da parte di Roberto Felcaro è stata notata un’intensa attività d’ingaggio di amministratori della provincia, non ultimo Sergon, sindaco di Capriva che aveva battuto il centro destra solo due anni fa. Per quale motivo il sindaco di Cormòns Roberto Felcaro accelera sulla costituzione della Comunità del Patto del Collio? L’obiettivo è quello di farsi eleggere presidente della Comunità volontaria e, con l’opportunità di indire un concorso di natura fiduciaria per l’assunzione del nuovo direttore generale previsto dall’ente, facilitare la sistemazione dell’amico segretario dell’Anci Fvg Alessandro Fabbro. L’ex sindaco è un pallino di Diego Moretti, capogruppo Dem in consiglio regionale che avrebbe convinto della bontà dell’operazione anche il suo omologo di Progetto Fvg Mauro Di Bert. Un inciucio clamoroso che sta per nascere nel cuore della paraculata bisiacaria. Dopo la magra figura di Grado (nessun consigliere eletto), il segretario provinciale di Gorizia del partito di Bini, si consola col Patto del Collio a proposito dell’Infopoint e in vista della costituzione della Comunità volontaria: «Senza l’intesa tra i nostri Comuni probabilmente questo risultato non sarebbe mai stato ottenuto».

Related posts