28 Novembre 2021 - 9:19 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PolverieraTrieste Exxx…Polzive!!! L’Italia guarda alla protesta dei portuali contro il Green pass. Zeno D’Agostino: Se mi dimetto é colpa di Stefano Puzzer. No al blocco.

Tutto tranquillo fino a poco fa quando verso le 10.30 l’ex consigliere comunale di Trieste Fabio Tuiach ha tentato di bloccare un’auto. Niente di grave e allarme rientrato.

Alle 6 di stamattina sono giunti i primi manifestanti ai varchi 1 e 4 del porto di Trieste. A ridosso del molo VII. Stefano Puzzer, il portuale che aveva minacciato il blocco agli ingressi ha confermato che “Non impediremo di entrare a chi vuole andare a lavorare, ma chiediamo a tutti i lavoratori di mostrare solidarietà. Andremo avanti fino a quando avremo forza”. Resta l’agitazione ad oltranza, ma senza blocco.  Intanto alcune navi dirette a Trieste sono state dirottate a Marsiglia.  

Il presidente Zeno D’Agostino chiama a raccolta la maggioranza silenziosa e attacca Puzzer: «Se mi dimetterò la colpa sarà sua».

Il presidente dell’Autorità portuale triestina continua a non capacitarsi di quanto minacciano i portuali, e attende di capire cosa succederà veramente nel corso della manifestazione di oggi. “Staremo a vedere quello che succederà perché sciopero e blocco sono due cose diverse: il blocco impedirebbe anche a tutti gli altri di lavorare e questo sarebbe inaccettabile”, ha dichiarato D’Agostino ribadendo di essere pronto a presentare le dimissioni qualora il Porto dovesse rimanere chiuso. “Io continuo a non capacitarmi del danno che i portuali stanno arrecando al loro Porto e a tutta la gente che ne fa parte”, ha poi aggiunto D’Agostino, escludendo un possibile complotto tra le cause del gesto. “Io in questa vicenda ci vedo solo uno scontro di interesse – ha precisato -. Se io faccio del Porto la cosa più importante, loro sono su un’altra linea”.

Related posts