22 Giugno 2021 - 12:07 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PetardoCollinare Exxx…Polzive!!! La Lega perde pezzi a Fagagna. L’assalto di Fratelli d’Italia ai comuni, obiettivo primo partito dell’anfiteatro. Esclusivo.

Era nell’aria e ieri si è celebrato in consiglio a Fagagna 〈Ud〉 lo strappo che conferma il disorientamento della Lega nei comuni della zona Collinare. Raffaella Sialino, capogruppo della Lista Salvini Premier ha annunciato la fuoriuscita dal gruppo e la costituzione di un nuovo soggetto consiliare assieme a Ezio Presello. La rappresentanza del Carroccio a Fagagna si riduce da tre consiglieri a uno, Alex Cecone. Le ragioni dello strappo sono state elencate dalla consigliera Sialino in apertura dei lavori: «Purtroppo i rapporti interni al gruppo consiliare Lega Salvini Premier sono incrinati e tale situazione rovina la nostra attività amministrativa. Con questi atto – conferma la capogruppo – pur dopo ampia riflessione, intendiamo staccarci dal consigliere Cecone e andare a costituire ufficialmente in seno al consiglio comunale di Fagagna un nuovo gruppo denominato “Fagagna Civica”». E’ una spia rossa che non si è accesa solo a Fagagna ma anche a Moruzzo dove 2 consiglieri sono fuoriusciti recentemente dalla Lista Salvini Premier e che rivela un calo di rappresentanza allarmante nella più parte dei comuni della Comunità. Al netto di Buja e San Daniele negli altri municipi la carenza preoccupa i vertici galvanizzati dai facili entusiasmi del sindaggio diffuso domenica. Sullo sfondo si staglia il duello fra i due consiglieri regionali che si contendono la titolarità dei comuni del territorio, il patriota Leonardo Barberio e il leghista Lorenzo Tosolini. Barberio assicura di poter godere di formidabili entrature fra gli amministratori di Flaibano, Coseano, San Vito di Fagagna, Rive d’Arcano, Moruzzo, Majano, Dignano e Colloredo di Monte Albano. Tosolini si avvale, per ora, del supporto sul territorio della fedelissima Marilena Domini. In ogni caso, i preparativi per il traguardo 2023 sono ormai ben avviati.  

Related posts