27 Settembre 2022 - 2:49 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PalmaElettorale Exxx…Polzive!!! Il Pd punta tutto sull’ultima città rimasta in mano ai Dem. Serracchiani annuncia decine di milioni in arrivo per la Caserma. Irritazione in Bisiacheria.

Il Cuore di Palma non si smentisce. 
Un piano (il PUVaT) firmato ancora nel 2015 e, guardacaso, spuntato proprio a ridosso del voto. Con tempismo chirurgico e inaspettato, l’onorevole Serracchiani (che verrà eletta in Friuli dopo aver illuso Shaurli, secondo in lista al proporzionale) ha annunciato oggi a Palmanova che: “per il Friuli è un gran giorno, la città stellata è stata inserita tra i 5 siti che beneficeranno del Recovery Art Pnrr”. In pratica la riqualificazione di una ex Caserma. Una misura importante cui la base dei Dem però, sempre critica con la meteora friul-romana, attribuisce il merito a Conte. In pratica, osserva la capogruppo alla Camera: “Il beneficio economico è tradotto in 20 milioni di euro per la città stellata. Il ministro Dario Franceschini – prosegue Serracchiani – ha infatti ritenuto di altissimo valore il recupero e restauro della ex caserma Montezemolo. Un risultato che viene da lontano, dalla sottoscrizione del Piano Unitario di Valorizzazione Territoriale sottoscritto 2015 (Peroni, Martines, Franceschini e il direttore dell’Agenzia del Demanio Reggi ndr) e dal grande lavoro di squadra tra Comune, l’allora amministrazione regionale, Parlamento e Ministero”. Serracchiani e il PD puntano tutto su Palmanova, ultimo baluardo progressista rimasto in Friuli dopo le legnate di Cervignano, Grado, Aquileia, Monfalcone e Maniago. In realtà la deputata potrebbe consolarsi a Ronchi dei Legionari ma i “compagni” bisiachi di lei non ne vogliono sapere. Come a Codroipo dove il Pd è stato costretto ad ingoiare il diktat del Polo Civico che ha stabilito le compensazioni della maggioranza. Grida ancora vendetta la questione Shaurli-Iacop-Russo con il segretario Dem che ha sfilato all’ultimo minuto la candidatura al collega consigliere regionale e l’esclusione di Francesco Russo. Per una sorta di crudele nemesi elettorale, sorgono molti dubbi rispetto alle possibilità di Shaurli di diventare deputato. Serracchiani è candidata in due collegi (Torino Centro e Friuli) ma non può scegliere come avveniva in precedenza e sarà condannata a coronare il ritorno alla camera nel collegio dove prende meno voti: Il Friuli Venezia Giulia. Invisa dalla base come traspare dai commenti in rete.   

Related posts