22 Giugno 2021 - 12:54 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

MangiatoiaCarnica Exxx…Polzive!!! L’Euroleader del presidente Mizzaro e del consigliere Lenna in profondo rosso. Inciucio Pd-Lega per sbloccare lo stallo sulla presidenza della Comunità della Carnia. Esclusivo

Secondo l’ultimo bilancio reso pubblico dal Cda della società consortile Euroleader, anno 2019, i debiti ammonterebbero a oltre 300mila euri di cui 306mila da pagare entro fine anno. Il presidente del Cda di Euroleader è l’assessore al bilancio del comune di Tolmezzo Michele Mizzaro, mentre uno dei due consiglieri è Marco Lenna, il sindaco rallysta di Forni di Sopra. La nomina di Lenna nel Cda, avvenuta lo scorso anno, aveva fatto infuriare gli esponenti del Circolo di Fratelli d’Italia di Tolmezzo: «Meno di un anno fa – si leggeva in un dispaccio diffuso su Studio Nord – figure centrali della Lega dell’alto Friuli attaccavano l’inazione del presidente di Euroleader 〈riconfermato〉 Mizzaro rispetto al consorzio. Cos’è cambiato nel frattempo visto che il leghista Lenna si è sempre opposto ad accordi col PD di Tolmezzo?». Si chiedevano i patrioti carnici.

Nel frattempo, la Lega di Bubisutti-Lenna e Boschetti va in soccorso di ciò che resta del PD in Alto Friuli per mettere le mani sulla presidenza della Comunità della Carnia. L’interesse dei maneggioni resta sempre alto. Secondo fonti autorevoli 〈Wapp a disposizione〉, domenica scorsa ci sarebbe stato un vertice segretissimo fra esponenti del Pd locale, i due sindaci fornesi: Coradazzi e il rallysta Lenna, e De Crignis sindaco di Ravascletto. Quest’ultimo, invitato d’onore che, alla bisogna, sarà usato dagli squali carnici come specchietto per gli allocchi nella fase di pre elezione del presidente. Stranamente assente il consigliere regionale Boschetti, in ottimi rapporti con Marsilio. Tirando le somme, la Lega cerca l’accordo col Pd per chiudere sul nome del presidente. Un accordo che non mette in agenda lo sviluppo della Carnia, ma solo un protocollo di appalti e ripari per pochi intimi: “Raggruppamenti temporanei di Imprese”, direzioni lavori, responsabili di procedimenti tirati sù dal Medio Friuli, affettuose agenzie di comunicazione del cervignanese e i rapporti col “Carnia Industrial Park”. Una ragnatela di affari che lega i due partiti. Il bidone della piazza di Tolmezzo è il paradigma.

Pare che i pochi iscritti del centrodestra dell’alto Friuli osservino con molto disgusto la fotografia del partito di Fedriga finito in mano a pochi che pensano solo ai propri interessi. Poltrone e appalti. La conca fornese ne è l’esempio e i riflessi dell’agitazione sono giunti in Procura a Udine dove rimbalzi ben accreditati, riferiscono di documenti scottanti giunti dallo studio legale D’Orlando di Tolmezzo contro qualcuno.

Related posts