18 Ottobre 2021 - 4:00 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

LetameFriulano Exxx…Polzive!!! Da 10 giorni a Udine non si raccoglie la plastica. In centro storico danzano le pantegane. L’assessore Olivotto, pagata 3.200 euri-mese, a riposo. Il caso Botosso-Raggi

Onofaro Srl di Messina è la ditta che ha vinto l’appalto di raccolta rifiuti per 3 anni con un ribasso del 7 per cento. Per risparmiare sui conti, da 10 giorni nessun addetto raccoglie le immondizie e i sacchi di plastica nella zona di via Laipacco. I rifiuti rimangono nei cassonetti o nelle case dei diligenti udinesi. L’assessore delegato all’ambiente è l’impresentabile Silvana Olivotto del partito dei Fratelli di Poltrona udinesi. La Net, dopo che l’assessora Laudicina ha imposto l’indagato Mario Raggi alla presidenza del CDA, è oggetto d’interesse per via di sospetti traffici d’influenze compiuti in alcuni bandi 〈arredo nuova sede di via Gonars, relativamente alle ditte Facau e Otto〉 e alla nomina furbetta del perito Marco Botosso a vice direttore della Net. In questo caso, Maurizio Contavalli, legale rappresentante del sindacato Fiadel, ha inviato una richiesta di accesso atti per visionare il provvedimento di delibera di proposta e di nomina del signor Marco Botosso a Vice direttore. Resta avvolta nel mistero la selezione per la nomina di un dirigente in una partecipata pubblica.

In quanto alle pantegane da chilo che saltellano nel centro storico di Udine, l’inchiesta è stata riportata ieri da “Il Gazzettino” in cui i cittadini lamentano la presenza numerosa di bestie in via Poscolle, via Gorghi, via Vittorio Veneto. Dal canto suo l’inutile assessora Olivotto allarga le braccia e replica osservando che «l’intervento del comune viene fatto solo su segnalazione dei cittadini». Fino a qualche anno fa il comune disponeva di un piano di derattizzazione generale sulla base dell’esperienza storica. Con l’arrivo della spaesata assessora imposta a Fontanini dalla coppia Daniele Franz-Rizzetto, il servizio è stato abolito. Di fronte alla carenza di servizi comunali, la casta dei sindaci frigna ed è riuscita a strappare l’aumento di 200 euri al mese anche per gli assessori. Grazie alla delibera della giunta regionale del luglio scorso, la mesata della meloniana Olivotto passa da 3.000 a 3200 euri al mese, i fratelli di Poltrona friulani esultano. Perché pagare gli amministratori inutili? Ambiente infetto, regione malata.

Related posts