11 Maggio 2021 - 11:30 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

GrilloBeppe Exxx…Polzive!!! I 5 stelle Friulani schiaffeggiano il leader. Patuanelli e Dal Zovo: Una vittima più denunciare quando vuole la violenza. Esclusivo

Sia il ministro Stefano Patuanelli che la consigliera regionale Fvg Ilaria Dal Zovo, condannano e non condividono la reazione del leader Grillo sullo stupro alla ragazza sfociato, pare, col rinvio a giudizio del figlio Ciro. La scomposta intemerata per difendere il figlio, indagato insieme ad altre tre persone dalla procura di Tempio Pausania (provincia di Sassari), non è piaciuta ai due esponenti regionali. 

Dopo il caso della deputata Daga, che aveva criticato Grillo affermando di avere subito lei stessa violenza ed avere trovato il coraggio sei mesi dopo di denunciare l’episodio, anche il ministro grillino delle Politiche agricole Stefano Patuanelli dice la sua: “Io credo che chi si sente vittima di violenza possa denunciarlo in qualsiasi momento. Dopodiché è la magistratura che deve decidere e lo fa sulla base di dati e fatti“- La tesi è semplice: “Capisco la difficoltà e la grande preoccupazione, la grande sofferenza di Beppe padre, sono padre anch’io. Ma capisco anche la condizione di chi oggi si sente vittima e capisco che alcuni elementi del video portano a un dibattito che sarebbe stato meglio evitare, perché portare il piano politico ad intersecarsi con quello personale e privato lo ritengo fuori luogo”. ll rilievo del ministro è sui tempi della denuncia. “Io credo che le vittime debbano poter denunciare in qualsiasi momento se si sentono vittime – ha aggiunto – dopo di che la magistratura è quella che deve decidere e lo fa sulla base di dati e fatti da ricostruire ad accertare”. Impressioni che coincidono con quelle della consigliera grillina Dal Zovo:

“Non condivido l’uscita di Grillo, Capisco il dramma di avere una denuncia di questo tipo – osserva Dal Zovo – e capisco anche che, se non fosse stato il figlio di Grillo, probabilmente non sarebbe finito sulle prime pagine dei giornali. Ma una donna, una ragazza, può avere bisogno di tempo per elaborare la cosa e se si sente violata è giusto che denunci. Poi – conclude la consigliera – sarà la magistratura a decidere”.

Non è da meno il presidente della regione Fvg Fedriga che rileva. “Non entro nella vicenda giudiziaria e rispetto la sofferenza di un padre, ma Beppe Grillo ricopre un ruolo politico quindi su certi temi ci vuole attenzione e cautela, perche’ si rischia di fare grandi danni con certe affermazioni. Sbandieriamo quotidianamente la necessita’ di difendere le donne e poi ne usciamo con un video di quel tipo”. Cosi’ Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia.

Related posts