22 Giugno 2021 - 12:22 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

FriuliTossico Exxx…Polzive!!! Lignano oggi apre la stagione dei bidoni. Pesa sul comune un Decreto ingiuntivo da 1,4 milioni di euri del Tribunale di Udine. Causa Mtf. Esclusivo

Rischio danno erariale e segnalazione alla Corte dei Conti su tariffe fissate dall’Ausir e che il Comune di Lignano non riconosce. L’importo totale del servizio raccolta rifiuti fornito da Mtf al comune di Lignano per il 2020 ammonta a 4milioni e 953 mila euri 〈Il consigliere Teghil aveva chiesto insistentemente questo dato durante un consiglio comunale, ma il sindaco non è stato in grado di fornirlo〉. Resta in piedi 1 milione e 390mila euri che Fanotto non vuole pagare. Anzi, dal capitolo relativo al rifiutaggio, vengono prelevati oltre 200mila euri per mettere a posto lo stadio.  

Non solo nuvole, anche un decreto ingiuntivo da parte del Tribunale di Udine pesa sull’inaugurazione parziale della stagione estiva di Lignano che si svolgerà fra poche ore. Si tratta di un contenzioso derivante dal servizio di raccolta rifiuti che Mtf ha fornito lo scorso anno e che Fanotto non vuole pagare. Anzi, il sindaco e la maggioranza che governa l’amministrazione, a parte alcune puntuali interrogazioni del consigliere Teghil, hanno compiuto un magheggio clamoroso che spunta nella comunicazione del sindaco al capo settore finanziario Cristina Serano. La data è del 24 novembre scorso ed ha per oggetto una variazione di bilancio per opere di completamento del polisportivo Teghil. Considerato che è necessario procedere con urgenza agli impegni necessari a garantire il proseguimento dello opere avviate con i lotti previsti, gli impegni di spesa vengono imputati attingendo alle risorse disponibili del capitolato appalto, servizio trasporto ed incarico per servizio smaltimento rifiuti. La giustificazione risiede nel fatto che, secondo il sindaco Fanotto, si tratta di un avanzo economico derivante dalle minori spese del servizio di asporto rifiuti. In pratica gli utenti di Lignano hanno già pagato le bollette, ma il sindaco usa il danaro per altri scopi. Per Mtf si è trattato di un danno gravissimo, che ha causato forti preoccupazioni in chi redige i bilanci e che ha a che fare con le buste paghe dei lavoratori. Una situazione paradossale provocata dall’operazione irresponsabile e dannosa dei due garzoni della Kronospan, Di Bisceglie e Agrusti, che, mettendo nelle condizioni di far dimettere il presidente e fondatore della Spa Gasparotto, hanno anteposto l’ampliamento di una struttura altamente dannosa, alla salute dei cittadini.

Related posts