22 Aprile 2021 - 10:55 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ConflittiLagunari Exxx…Polzive!!! Sportellate alla GIT di Grado (Go) per il rinnovo cariche. Il presidente-albergatore Lovato, dopo 2 mandati in quota centrosinistra, gioca la carta vaccini per arruffianarsi Fedriga. Esclusivo.

La Git di Lovato offre gratis all’assessore Riccardi lo spazio nello stabilimento delle sabbiature con gli ambulatori per le vaccinazioni. Ora si attende il via libera dell’Asugi. Dietro questo annuncio, il manicomio isolano intravede la ricerca di una linea di credito da parte dell’amministratore uscente verso la nuova maggioranza che governa la regione. Il mandato di Alessandro Lovato, amministratore unico della Git di Grado 〈Go〉 è scaduto il 31-12-2020. Entro il mese di aprile dovrà essere presentato il bilancio e, successivamente, la regione provvederà al rinnovo cariche. Secondo rimbalzi triestini ci sarebbe la volontà di modificare lo statuto e riportare l’assetto a un Cda classico dopo la sperimentazione dell’amministratore unico. Fedriga ha il boccino in mano. Su indicazione dell’assessore Sergio Bini, sceglierà il nuovo presidente e, in aggiunta, un amministratore delegato. Al comune di Grado dovrebbe rimanere la quota di un consigliere. Qualora Bini optasse per un presidente di Cda e un amministratore delegato, quella del presidente diverrebbe una mera carica di natura “politica” priva di portafoglio. Colui che tiene i cordoni della borsa è l’amministratore delegato. Il nodo sta tutto qui.

Tuttavia, anche in laguna il retroscena ribalta la scena e spunta la vivace attività diplomatica dell’amministratore unico Lovato. L’albergatore è stato eletto presidente del Cda per la prima volta nel 2015, in quota Serracchiani e nominato amministratore unico, dopo aver modificato lo statuto, nell’aprile del 2018. Il compenso è di 41 mila euri-anno. Due mandati di fila che hanno sollevato molte perplessità tra le calli gradesi e scatenato l’inferno tra le brocche dell’enoteca Da Pino. Tutto nasce dalle recenti variazioni patrimoniali di Lovato. In primis l’operazione dell’Entourage, il prestigioso albergo di Gorizia di cui Lovato è amministratore delegato e detiene il 29,60 % delle quote della proprietà: la Crabo Srl. Nello schema patrimoniale spunta l’operazione dell’ex clinica Santa Eufemia acquistata all’asta dalla Grado Medical Center Srl per un milione e 470mila euri. Lovato è amministratore della Srl in questione, composta dalla Medical Care Service Srl di Trieste e dalla Domus Sanitatis Srl Centromedico polispecialistico con sede di Monfalcone. La società di Trieste fa capo a Salvatore Guarneri mentre quella monfalconese al generale Nicola Apa. Tuttavia in Enoteca e lungo la diga, i petardi sono rumorosi e scoppiati in virtù della madre di tutti i conflitti di Lovato. L’albergatore si trova nel felicissimo ruolo di amministratore delegato del Grand Hotel Astoria di Grado. Buen Ritiro estivo di influenti collaboratori del presidente Fedriga. Il 4 Stelle superior di Largo San Grisogono, dispone di un ampio spazio relax, arricchito dal benessere delle terme marine per la goduria rassodante. Il clamoroso interesse in conflitto risiede proprio in questa stranezza tutta riservata al manicomio gradese. L’amministratore delegato di un centro benessere di un albergo che fa l’amministratore unico di una società pubblica che gestisce e fornisce lo stesso segmento turistico imprenditoriale. Cordialità gradesi.

Related posts