1 Marzo 2021 - 5:40 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CodroipoLunaPark Exxx…Polzive!!! Gli azzurri si sono rotticoglioni dei ducetti: Silurato Di Natale, il manager Fulvio Bertolini è il nuovo capogruppo in consiglio. Tensioni alle stelle sulle pesature in giunta. Spunta l’asse Marchetti-Zanin contro Riccardi-Savino. Esclusivo

Come anticipato da Leopost, il gruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Codroipo ha silurato Bruno Di Natale e nominato Bertolini, manager di Friuladria, nuovo capogruppo. I 7 consiglieri comunali azzurri 〈l’8° è Di Natale quota Marchetti〉 hanno comunicato la decisione con un documento inviato agli uffici. La surroga, inevitabile, sarà formalizzata nella prossima adunanza del consiglio comunale.

La situazione, nel centrodestra codroipese, è precipitata in seguito ad alcuni episodi che hanno scombussolato gli equilibri della maggioranza: L’annuncio 〈l’iscrizione ufficiale è avvolta nel mistero〉 del passaggio del sindaco Fabio Marchetti con Fratelli d’Italia attraverso la copertura del pordenonese Luca Ciriani; l’ingresso in consiglio del patriota Margherit; l’assessorato esterno al folkloristico Nadalini e la scelta di nominare l’udinese ex AN Giovanni Castaldo presidente della tormentata casa di riposo ASP Moro. Elementi che hanno incendiato i ferodi della coalizione ai quali va aggiunto quello più esplosivo: le pesature in giunta. Forza Italia, 27% abbondante nel 2016, è pesata con soli 2 assessori, al pari della Lega 〈che si è impadronita del vicesindaco〉 che registra metà dei voti ed eletto 4 consiglieri. Uno sbilanciamento da urlo e ingiustificato. Per questo motivo fra gli azzurri spuntano le richieste di fine legislatura che portano a individuare in Sergio Spada uno dei consiglieri che potrebbe ambire alla carica di Vice Sindaco. Riconoscimento naturale con buone possibilità di riuscita vista la vivace e produttiva corrente del Medio Friuli che sta germogliando attorno a Zanin e Marchetti in funzione anti Riccardi-Savino. Sullo sfondo, l’elaborazione del nuovo ente Comunità del Medio Friuli e gli incastri per la madre di tutte le elezioni in Friuli: Le regionali.

Da Roma giungono rimbalzi sorprendenti rispetto all’incastro sulle candidature per la presidenza della regione. I patrioti bussano alla porta.

Related posts