18 Ottobre 2021 - 3:26 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CaligoLega Exxx…Polzive!!! Salvini convoca Fedriga a Roma e striglia l’asse con Giorgetti-Zaia: Il leader della Lega ero e resto io.

La Stampa di Venerdì 8 ottobre:

“La cronaca di ieri dà una plastica dimostrazione di un Salvini molto combattivo. Prima di essere ricevuto da Draghi, il leader leghista ha dato appuntamento nel suo studio di Palazzo Madama a Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e della conferenza Stato-Regioni e a Giancarlo Giorgetti, ovvero i due esponenti più importanti dell’ala governista, quella che ormai da settimane si contrappone alla sua. Quell’appello, «basta voci fuori dal coro», rivolto a tutto il partito mercoledì scorso è stato esteso a Fedriga e Giorgetti con i quali il segretario si sarebbe lamentato: «Io giro l’Italia per fare comizi e poi le cose importanti le decidete voi qui a Roma». Al mattino la strigliata l’avevano dovuta ascoltare i coordinatori regionali della Lega, riuniti per discutere dei risultati poco brillanti al primo turno delle amministrative. Se Salvini sente la necessità di ribadire e ottenere la centralità del segretario nelle decisioni del governo è segno che qualche problema, e non solo nel rapporto con Draghi, c’era.

Salvini non vuole intermediazioni che possono riverberarsi dentro alla Lega. Sarebbe stato lo stesso Giorgetti, tuttora capo delegazione leghista nel governo, a invitare il leader a intestarsi fino in fondo il peso delle decisioni con Palazzo Chigi. Politicamente il messaggio è chiaro: «Il leader della Lega ero e resto io». Salvini ha ottenuto che le sue riunioni con il premier abbiano una cadenza settimanale. «Un modo per evitare mediazioni e malintesi», fanno sapere fonti leghiste che celebrano il ritorno «alla centralità del segretario». Salvini ha inoltre precisato che «La ricreazione è finita», invitando i dirigenti a controllare meglio il territorio, in vista dei congressi promessi per le prossime settimane.

Related posts