9 Dicembre 2021 - 3:34 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

BurrascaUdine Exxx…Polzive!!! Clamorosa rivelazione dell’assessore in consiglio: Un agente in borghese aggredisce gli automobilisti! Accolti due ricorsi. Il comune paga le spese.

Chi è l’agente della Polizia Locale di Udine, candidato con la Lega, noto per il suo comportamento schizoide che insulta gli automobilisti, li provoca, mette la mani addosso 〈al sottoscritto…〉 e fa pagare al comune le spese per i ricorsi delle vittime? I casi del disordine amministrativo e organizzativo del comando, sono stati elencati durante i lavori dell’ultimo consiglio comunale. L’oggetto che ha permesso di scoprire i comportamenti da villani e le incertezze degli agenti è stato il “Riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio derivanti da sentenze”. “Questo agente – si legge nel verbale – aveva mantenuto un comportamento del tutto arbitrario che nell’occasione aveva fermato la propria vettura  – non di servizio – impedendo a quella dell’avvocato Massimilano Sinacori, che si trovava al lato passeggero di proseguire la propria marcia”.

Due episodi illustrati dall’assessore Olivotto. Nel primo, l’agente abusivo di indennità da ufficiale, il Comm. agg. Giulietto Dri, aveva provocato un diverbio con un professionista friulano accusato di essere transitato col rosso. L’agente era in abiti civili. Nel secondo, una pattuglia della polizia locale aveva fermato un cittadino estero con residenza in Italia alla guida di una vettura con targa straniera.

In merito all’automobilista passato col rosso, il giudice di pace ha accolto il ricorso del sanzionato e condannato il comune a pagare le spese di lite in circa 300 euri. Nel secondo, l’automobilista straniero si é opposto alla sanzione e il giudice di pace ha annullato la multa comminata dalla Polizia Locale. Spese di lite a carico del comune per un importo di 800 euri. Paga Pantalone.

Un comando dei vigili fuori controllo, il fallimento delle promesse dell’assessore Ciani e una città impaurita dalle aggressioni dei vigili verso gli automobilisti. Il sigillo lo ha fornito, per una strana serie di circostanze, l’assessore Olivotto che, nel 2012 aveva già incrociato la sagoma del comandante Eros Del Longo quando lei era sindaco di Grado.

Related posts