17 Settembre 2021 - 6:12 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

SviluppoPatuanelli Exxx…Polzive!!! Traballa l’accordo PD-5Stelle per le comunali di Trieste. Il ministro allo sviluppo economico fa il doppio gioco: sputtana il responsabile del crollo del ponte di Genova, poi lo incontra. Esclusivo.

Il ministro grillino ha confermato ai magistrati di Genova di aver più e più volte incontrato lo spregiudicato amministratore delegato di Atlantia. Responsabile del crollo del ponte Morandi e delle 43 vittime. La questione è seria e va ad incrociare la punta di diamante dei catechizzatori di Casaleggio a Est del Nord Est: il ministro Patuanelli. Si tratta di una puntuale inchiesta, derivata da un’intercettazione telefonica, pubblicata oggi sul quotidiano LaVerità di Belpietro.

Giovanni Castellucci, ex amministratore delegato di Atlantia e messo sotto accusa impietosamente dall’intero pianeta grillino, intratteneva segretamente rapporti col ministro allo Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Da Trieste. Nella prima pagina del quotidiano diretto da Belpietro si legge che: “Secondo i giudici del Tribunale del Riesame di Genova, l’uomo senza scrupoli〈…〉, dopo la tragedia del ponte Morandi continua a provare a scalare le società del gruppo e a riciclarsi come presidente con delega per Alitalia”.

Dalle carte dell’inchiesta emergono particolari inquietanti. “Il manager stava manovrando per per proporsi al vertice della nuova Alitalia ostentando la ‘copertura’ del triestino Patuanelli, ministro dello Sviluppo Economico del governo Conte”. Secondo il quotidiano, il manager Castellucci, abbandonato da poco il timone di Atlantia,  “aveva affidato all’amministratore delegato di Air Dolomiti, un messaggio da consegnare a Spohr, amministratore delegato della Lufthansa. Castellucci voleva informare gli eventuali soci di Alitalia che, nel caso fosse andato in porto l’affare, l’ex ad di Atlantia voleva candidarsi a presidente della nuova compagnia”. In realtà i tedeschi sono pronti per un accordo commerciale, e Castellucci comincia a vantarsi 〈si legge nel quotidiano〉: «sono io che ho convinto il governo sul fatto che la Lufthansa è la migliore…». A questo punto le carte sono svelate ed emerge l’intensità delle relazioni fra Castellucci e il ministro Patuanelli. Nella trattativa spunta Benjamin Smith, amministratore delegato di Air France-Klm con il quale viene concordato un incontro a Parigi. Castellucci osserva: “Prima l’incontro lo fate con me, poi con il ministro”. In pratica i vertici francesi interessati alla cordata d’acquisto avrebbero dovuto incontrare prima il manager del ponte di Genova, finito sotto le bordate dei grillini, e poi il ministro Patuanelli. L’esponente del governo Conte ha confermato ai magistrati di Genova di avere reiteratamente incontrato l’ex amministratore delegato di Atlantia da settembre a dicembre 2019. Per i grillini una sagomata natalizia, per il PD friulano una rogna imprevista che mette in crisi l’accordo giallorosso in vista delle comunali del prossimo anno.

Related posts