22 Giugno 2021 - 1:36 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

SubDeMonte Exxx…Polzive!!! Interrogazione a Camera e Senato: Chiesta la sospensione dall’incarico. Marco Gabrielli: Perchè Amato non ha partecipato al concorso? Rincara Pasquale Gagliardi: Goditi questo immeritato incarico, vaccinarti ora non serve a nulla. Esclusivo

Com’era prevedibile, lo scandaloso caso del primario De Monte imbucato alla Sores senza concorso, approda in Parlamento. La deputata Dem ex Forza Italia Beatrice Lorenzin e la senatrice friulana Rojc informeranno il ministro Speranza sul caso e ne chiederanno la sospensione dal suo incarico. Il mondo sanitario intanto é in agitazione. Da Trieste a Cosenza.

Gagliardi: «Caro collega De Monte, vaccinarti ora non serve a niente…».

Poco più di un mese fa Riccardi-Videla ammoniva: «Rifiuti ingiustificabili». Poi il black out.

Friuli latrina d’Italia, non c’è altro termine per inquadrare la situazione politica del centrodestra fvg. La causa di tutto ciò è la simpatia per i regimi sudamericani che il vice presidente sprigiona quando si tratta di dimostrare la sua prepotenza. Ogni occasione è buona, dalla scombinata convocazione di esponenti politici nel suo ufficio della Protezione civile, alla sistemazione dirigenziale d’imperio di un amico dottore. Sul caso De Monte si è già scritto tanto, ma il ragionamento di due esponenti di alto livello del settore sanitario italiano, rivelano la gravità di quanto successo in Friuli. Amaramente interviene il cardiochirurgo di Trieste Marco Gabrielli, già presidente del consiglio comunale eletto con la Lista Dipiazza e pronto a passare con “Coraggio Italia”. Il dirigente osserva: «Mi permetto di esprimere anch’io, nella mia duplice veste di medico e di “politico”, due parole riguardo alla nomina del nuovo direttore del Sores, struttura operativa regionale di emergenza sanitaria. Innanzitutto – rammenta Gabrielli – voglio ricordare che la gestione dell’emergenza-urgenza sanitaria regionale è un compito delicatissimo con pesanti ricadute sulla popolazione. Il servizio attualmente presenta purtroppo numerose criticità e infatti siamo in molti ad attendere un’importante riorganizzazione». Lo stesso Gabrielli ricorda che se il dottore De Monte avesse veramente voluto dirigere il SORES avrebbe potuto partecipare al concorso bandito già mesi or sono, presentando il suo curriculum e cimentandosi in un esame. «Per dirigere il SORES – conclude il cardiochirurgo – non è sufficiente la laurea in Medicina e neanche l’aver conseguito un titolo di specializzazione. Per dirigere l’emergenza-urgenza devi aver lavorato lì per anni, conoscere le problematiche, conoscere i territori, avere a che fare con persone e figure che ci lavorano quotidianamente. A ciascuno il suo!».

Più incisive le osservazioni di Pasquale Gagliardi, uno dei 4 partecipanti alla selezione brutalmente eliminati per lasciare il posto al cocco dell’assessore saltafossi 〈ambisce a fare il leader delle Lista de’ riciclati〉. L’attuale dirigente del servizio di emergenza calabrese attacca: «Caro collega De Monte, vaccinarti ora non serve a niente hai avuto una bassa o nessuna considerazione del tuo prossimo, dei tuoi cittadini, dei tuoi corregionali e della grave pandemia in generale. Credo fortemente che uno che pensa a se stesso non ha la vocazione per pensare agli altri, di quella brava gente che ha creduto alle leggi e si e’ vaccinata. Hai mancato di rispetto a me e a tutti quegli operatori sanitari che a gennaio si sono vaccinati con grande senso del dovere – ribadisce Gagliardi – , se finalmente, forse, stiamo uscendo dalla pandemìa…, il merito non è certamente tuo. A te che non hai partecipato a questa guerra vaccinandoti. Io invece, fuori dall’orario di lavori non faccio studio, ma vaccino fino allo sfinimento. Per quanto mi riguarda – prosegue il medico anestesista – continua pure a non vaccinarti e goditi anche questo immeritato incarico spero solo che le tue enormi capacità in ambito di emergenza estrema ed elisoccorso – punge il medico calabrese – , possano ridurre la perdita di vite umane. Sono altresì sicuro che la onesta e laboriosa gente friulana ti starà col fiato sul collo ed è a loro che dovrai rendere conto della bontà del tuo operato. Buona fortuna collega De Monte. “Ab imo pectore… O’ Scià”.  Che vorrebbe dire: “Dal profondo del cuore il saluto più intenso ed affettuoso”.

Related posts