28 Novembre 2022 - 4:30 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ElezioniScintilloni Exxx…Polzive!!! Salvini vuole il Viminale, Meloni non cede. In Friuli la Lega tarata sopra il 15%. Patrioti al 25; Forza Italia al 5%; PD al 23; 5Stelle al 9; Terzo Polo 6,5%. La “furbata” del leghista Claudio Cattarossi. Affluenza nella media.

 

Sembra quasi che Salvini indichi a Giorgia Meloni l’operazione di voto appena compiuta dal presidente della 5a circoscrizione di Udine, Claudio Cattarossi. La furbata è diabolica. Come si nota, l’angolo della scheda gialla è leggermente aperto tanto far notare al fotografo la croce sul simbolo della Lega. Salvini è orgoglioso dei suoi fedelissimi, soprattutto se friulani, come Dreosto-Gava. In un momento come questo, la Lega non può sganciarsi vistosamente da Fratelli d’Italia. Le ultimissime intenzioni di voto, raccolte da una società inglese, rispecchiano però i termini dei sondaggi diffusi fino a 15 giorni fa. Fratelli d’Italia anche a Nordest ed in Friuli spadroneggia clamorosamente. Se a livello nazionale i BenitoRemix vengono dati al 26,5% e la Lega al 10,5, a Nordest il margine si assotiglia. Non di molto, ma un segnale di tenuta da parte della lega c’è.

In Friuli, sempre secondo l’istituto londinese, alla Meloni viene attribuita una percentuale fra il 24 e il 25%; la Lega un 15 alto e Forza Italia pericolosamente sotto il 6%. I moderati di Lupi-Tondo appena sopra l’1,5%. Per il Pd le cose vanno meglio in regione, stranamente, che a livello nazionale. Se i Dem strappano un 19,5% su tutto il paese, in Friuli sono accreditati di un valore che si avvicina al 23%. Tiene i Movimento 5Stelle che riesce, miracolosamente, a restare su una quota sopra il 10%. Per i grillini la sorpresa arriva dal Sud dove Conte ha concentrato tutte le sue forze in campagna elettorale. Al Centro il movimento di Grillo è valutato attorno al 17% mentre al Sud e isole addirittura al 27%. Un dato clamoroso che porta i grillini ad ottenere un dato nazionale attorno al 16%. Sopra la Lega. 

In quanto al terzo polo, la compagine di Calenda-Renzi è accreditata di un 6,5% a livello nazionale, mentre in Friuli attorno all’8%. Sinistra Italiana-Verdi al 3,5 nazionale e 4,5 a Nordest mentre Italexit si ferma al 2,5%.

Chiusura del seggi alle ore 23. Si inizierà a spogliare prima il Senato e poi la Camera. Le schermaglie sono già iniziate. Salvini vuole il Viminale ma Meloni non cede. La scelta delle bilanciature sarà decisiva per la durata del governo e per consentire alla leader di Fratelli d’Italia di diventare la prima presidente del consiglio donna. Altrimenti tutto può accadere, con riflessi imprevedibili anche in Friuli dove da domani inizia la grande marcia verso le regionali con appendice su Udine. I primi segnali si sono visti venerdì sera alla chiusura della campagna elettorale. Le danze erano guidate dal “Senatore” Daniele Franz con Luca Vidoni, Walter Rizzetto, Antonino Pittioni (assente giustificato) e Marco Valentini a presidiare l’area di palazzo D’Aronco. 

Related posts