19 Giugno 2024 - 5:20 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CASO VOLPE PASINI, LA NEBBIA MOSCOVITA CALA SU UDINE

Qui non si vuole sindacare sulla scelta di Volpe Pasini di appoggiare alle comunali Honsell , qui si tratta di capire cosa sarebbe successo se le parti si fossero rovesciate. Ovvero se un amministrazione di centro destra si fosse trovata nella situazione in cui si trova oggi l’ex rettore.
Non stento a credere che si sarebbe sollevato un fuoco di fila micidiale, i manettari di sinistra avrebbero interpellato Beppe Grillo, Di Pietro, Scalfaro…, Nanni Moretti, magari avrebbero chiamato la redazione di Santoro. Chissà!
E’ sempre così coi sinistri. sono i teorici della doppiezza togliattiana che ricorda i fatti del ’56. Non sono mai una cosa sola. A seconda delle circostanze su cui agiscono si possono presentare di volta in volta o come manettari o come garantisti. Così vale per Udine. Peccato che sia coinvolto Diego ma lo spettacolo che questa amministrazione offre è davvero pietoso. Un sindaco incapace di assumersi le responsabilità di un caso politico che ha scaraventato la città sulle prime pagine dei giornali di tutta Italia. La nebbia che avvolgeva il passato moscovita del Komintern cala anche qui a Udine, palazzo D’Aronco. 50anni dopo.

Related posts