17 Settembre 2021 - 6:51 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

BabiloniaCentroDestra Exxx…Polzive!!! Fedriga spinge per un governo Draghi. Meloni indisponibile. Ripercussioni a NordEst. Ipotesi rinvio amministrative a settembre. Esclusivo.

 

Le elezioni amministrative del 2021 in Friuli VG potrebbero subire un rinvio. Da aprile a settembre. Pordenone, Trieste, Grado, Cordenons, San Vito…, solo per citare i comuni più importanti, potrebbero restare in carica per altri 6 mesi. Le ragioni non vanno ricercate solo nella pandemìa, bensì nel caos generato dagli scappati di casa pilotati dal mezzadro Casalino. Si tratta del ribaltone romano in corso che sta provocando sbreghi da urlo anche a Est del NordEst.

 

 

L’intervista di Giorgetti apparsa ieri sul Corriere della Sera è stata molto apprezzata dalla maggioranza centrodestrista Friulana 〈in consiglio non si parlava d’altro〉, un pò meno dai meloniani. Il vice di Salvini ha lasciato intendere che la linea politica della Lega, concordata con Fedriga e Zaia, è quella del trasferimento del Carroccio nel Ppe. In questo senso s’incastra il progetto del governo Draghi sostenuto da un’ampia maggioranza che comprende anche Berlusconi. L’operazione, che viene data ormai per scontata, mette in crisi però la coalizione giacchè Fratelli d’Italia ha già fatto sapere di non essere disponibile a partecipare a questo governo di ricostruzione. Fedriga-Zaia animatori del governo Draghi.

La questione è seria e potrebbe provocare conseguenze fatali nelle amministrazioni friulane governate dalla coalizione. Uno sbrego romano non passa inosservato neanche a 350 miglia di distanza. Non è una novità che i patrioti siano in diretta competizione con la Lega, il consigliere regionale Leonardo Barberio, la settimana scorsa, ha alzato il livello dello scontro dopo quanto successo in 2a commissione regionale. Stesso discorso vale per Udine, dove Fratelli d’Italia, pur in presenza di eccessive compensazioni e di un assessore terrorizzato di perdere la carica, mal sopporta la governance del sindaco leghista Fontanini e la sua schiera di ruffiani. I risultati, soprattutto nel campo della sicurezza, non si vedono. Queste oscillazioni potrebbero determinare conseguenze fatali sulla tenuta di alcune amministrazioni, ma soprattutto nella formazione della coalizione per le prossime amministrative.

Tornando sul piano nazionale, c’è un sondaggio della Ghisleri pubblicato dalla ”Stampa” che chiarisce un pò le idee ai dozzinali ora al governo: 6 italiani su 10 credono che i giostrai Toninelli, Lezzi, Crimi, Di Maio, Morra e gli altri impronunciabili, non saprebbero spendere bene i fondi del Recovery Fund. E’ Motivo di sollievo, tornate nel Contado. 

Related posts